Neil Young è contro lo streaming: “fa schifo. La radio e le cassette sono decisamente meglio”

neil-young arrabbiatoneil-young arrabbiato
16/07/2015 11:05 di

Neil Young torna a dire la sua su come si ascolta la musica oggi. Dopo il suo sfogo di qualche mese fa contro il vinile - considerato solo una moda - ora ha comunicato l'intenzione di togliere tutta la sua discografia dai servizi di streaming. La motivazione principale la potete immaginare: la qualità di ascolto delle tracce.

Non è per i soldi” - commenta Young dalla sua pagina Facebook - sebbene le mie revenue share (come quelle di ogni altro artista) siano drammaticamente basse per colpa di accordi fatti senza il mio consenso. Si tratta della qualità del suono: non voglio che la mia musica venga sottovalutata per causa della peggiore qualità mai avuta nella storia. Non mi sento bene nel permettere che tutto questo venga venduto ai miei fan”.

Il cantautore ha poi continuato dicendo che non è contro a priori, semplicemente tornerà sui suoi passi quando le cose cambieranno. Strano che non abbia sposato fin da subito la causa di siti come Tidalo il nuovo abbonamento Deezer Elite, che permettono già oggi un ascolto ad altissima qualità. Forse sta pensando di trasformare il negozio online legato al suo lettore Pono nell'ennesimo sito di streaming? Staremo a vedere. 

Per ora, però, sembra fermo sulla sua decisione: “La radio spacca il culo allo streaming, le musicassette pure. Lo streaming fa schifo”.

Via

Tag: streaming polemica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Tutto quello che c'è da sapere su Apple Music