Il rapper Nerone e quel post sessista di cui non sentivamo il bisogno

04/01/2018 17:07 di

Anno 2018, il rap è diventato una specie di religione per i tanti ragazzini che lo seguono senza ascoltare altro, e la cosa va pure bene, d’altronde ogni epoca ha i suoi riferimenti formativi e culturali. Il rapper Nerone ad esempio ha 55k like su Facebook e 43.5k follower su Instagram, quindi è senz’altro un nome importante della scena, quantomeno social.

In data 4 gennaio, ha pubblicato un dissing su Facebook nei confronti di Valeria Balestrieri di Hano.it, rea di aver scritto nel suo articolo “I sei concerti top del 2017” una recensione non del tutto positiva dei suoi live: “Altra delusione Nerone, premesso che mi piace la sua musica, ma sia live a Radio Deejay, sia sul palco con Lazza, l’ho trovato fuori forma, aspetto di rivederlo live per potermi ricredere.”

Non sembra un report fuori dalle righe né figlio di qualche antipatia pregressa, solo un parere personale all’interno di una classifica di fine anno. Nerone però non l’ha presa bene e ha coperto di fango la giornalista:

“C'è questo web giornalino dimmerda che ancora non ha capito che il mio nome non dovrebbe mai apparire sul loro sito internet squallido pieno di fake news cazzate e maldicenze.
Soprattutto una tipa che lavora per questo webgiornalino. Credo si chiami Valeria o Valentina.
Ho un ricordo di questo cesso di donna a un sacco di serate rap, guardava i miei colleghi in faccia come se li stesse pregando di ingravidarla e saluta sempre cortesemente. Poi ovviamente il giorno dopo leggi le quintalate di merda che scrive questa groupie di 37 anni suonati e ti rendi conto che l'unico in grado di ingravidare questa acida cozza potrebbe essere solo satana. Avevo cortesemente chiesto al tuo papi di far sparire il mio nome da quel webgiornalino. Ovviamente per gente che campa grazie a noi è difficile obbedire. Ci vediamo alla mensa dei poveri cessa antipatica.”

Poi 4 emoji che piangono dalle risate, per dare il giusto senso di goliardia alle affermazioni precedenti, che però goliardiche non lo sono per niente. Fuori dai denti, siamo un po’ stufi di doverci confrontare con artisti che si credono Dio sceso in terra e che si sentono liberi di affermare qualsiasi opinione, anche la più becera e sessista (come in questo caso), mascherando così la coda di paglia che va a fuoco.

La musica rap vive soprattutto grazie agli ascolti e al passaparola degli adolescenti, che prendono a modello il loro mc di riferimento, non è certo una novità. Ci sarà pur un altro modo per confrontarsi con le critiche senza ricorrere a offese da terza media serale, senza diffondere il messaggio che una ragazza che critica la tua musica, è automaticamente una poco di buono sul piano personale.

Inoltre, c'è da considerare un altro aspetto: il caso riguarda una giornalista adulta, con tanti anni di carriera alle spalle e in grado di sopportare un simile attacco. Ma ricordiamoci anche che spesso i giornali online sono scritti da ragazzi giovani e volenterosi, che potrebbero non prendere ugualmente bene le parole di un artista che magari stimano anche, vivendo male il rapporto con una delle loro passioni. La classica shitstorm che può scatenarsi dopo un post del genere è una di quelle cose che posso scatenare reazioni preoccupanti, e di certo un articolo del genere (in cui la giornalista si augura anche di potersi ricredere) non merita tale risposta.

Nerone, con queste esternazioni non ci aiuti, ma non parliamo a nome dei giornalisti musicali, piuttosto del paese Italia, e la musica, credici, stavolta non c’entra niente.

 

Tag: opinioni

Commenti (7)

Carica commenti più vecchi
  • Francesco Itsara Imberti 07/01/2018 ore 11:15 @kekko.monster95

    Veronica Malattia, da donna dovresti anche solo vergognarti della stupidità e masochismo delle tue affermazioni. Qua nessuno sta parlando di giusto o sbagliato riguardo il commento ai live di Nerone (e anche se fosse, venire qua a fare la fangirl dimostra solo il fatto che probabilmente sei una bimba viziata). Qua si parla del fatto che a fronte di un commento della giornalista, una persona, che inoltre ha un'influenza forte su molte altre, in particolare sulle fasce giovani, si sia permessa di insultarla sul piano personale, dandole della cessa, della cozza, del fatto che è una poco di buono e si permette anche di dare consigli su chi dovrebbe ingravidarla. Forse è proprio per gente come te che la disparità fra i sessi non ha ancora raggiunto il suo raggiungimento, datti un giro e accendi il lumino dentro al cranio.

  • Simone Stefanini 07/01/2018 ore 11:38 @simonestefanini

    Fidati che Rockit non è un blog e che negli USA portano alla sbarra pure i presidenti per affermazioni sessiste. Al netto della storia pregressa e del litigio tra i due, far leva sul sessismo per prendere like è quanto di meno civile possibile. Certi comportamenti vanno stigmatizzati, che tu sia fan o meno

  • Lorena Demurtas 07/01/2018 ore 18:03 @loredemu

    Che in USA portino alla sbarra pure i presidenti x affermazioni sessiste e' un utopia, Tramp e milioni di altri "usamen" sarebbero altrimenti alla sbarra da parecchio. Dire che si fa leva sul sessismo per prendere like e' altresí un'affermazione sessista che lo si capisca o meno. Sto rapparo e' andato fuori riga, fuori colonna e pure fuori pagina e chi difende certi linguaggi, fan o meno, merita solo indifferenza.

  • Paolo Scatolini 07/01/2018 ore 21:48 @puma984

    questo rapper (che tanto bello non è neanche lui) si è solo dimostrato un ignorante

  • Giulio Suppa 08/01/2018 ore 14:29 @giuliosuppa

    Premetto che non sono un fanboy, perché ascolto la musica e non gli artisti. Che la sua risposta sia sbagliata ed esagerata ci sta. Ma voi giornalisti, se di rap non ne capite un cazzo, smettete di parlarne, perché dire che Nerone ai live non è in forma è una grandissima cazzata. La prossima volta che vai ad un live ad ascoltare musica, togliti i paraocchi e soprattutto evita di sparare puttanate il giorno dopo sul tuo giornale. Parlate del pop, che è sicuramente più seguito!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati