Video première: Nicolò Carnesi - M.I.A.

nicolò carnesi m.i.a.nicolò carnesi m.i.a.
16/09/2016 10:23

Oggi vi presentiamo in anteprima esclusiva "M.I.A.", il nuovo video di Nicolò Carnesi, che anticipa l'uscita del nuovo album "Bellissima noia", atteso per il 30 settembre, ma che sarà possibile ascoltare in anteprima su Rockit già dal lunedì precedente. Il primo singolo estratto è stato "Lo spazio vuoto".
Il video è stato ideato e realizzato dallo stesso Nicolò Carnesi, con la collaborazione di Manuela Di Pisa, ed è un collage di immagini apparentemente sconnesse, ma che in realtà descrivono la bellezza delle forme e dei colori.



Ecco come Nicolò Carnesi ci ha spiegato l'idea dietro "M.I.A.":
"memoria
me·mò·ria/
sostantivo femminile
1. La funzione psichica di riprodurre nella mente l'esperienza passata (immagini, sensazioni o nozioni), di riconoscerla come tale e di localizzarla nello spazio e nel tempo: invecchiando ha perduto la m.; avere una m. pronta, labile, vivace, debole, fragile, agile; imprimersi nella m.; tornare alla m.
2. Apprendimento e ripetizione fedele, non necessariamente legati a una completa o corretta comprensione ( sapere, studiare a m. ), talvolta spinti fino alla nozione di ovvio e banale ( son cose che ormai conosciamo a m. ); anche a proposito della facilità e precisione che nascono da assiduo esercizio.

intelligenza
in·tel·li·gèn·za/
sostantivo femminile
1. Capacità di attribuire un conveniente significato pratico o concettuale ai vari momenti dell'esperienza e della contingenza.
"una i. notevole"
2. Vivacità e sicurezza di ordine pratico o concettuale.

artificiale
ar·ti·fi·cià·le/
aggettivo
1. Ottenuto con accorgimenti o procedimenti tecnici che imitano o sostituiscono l'aspetto, il prodotto o il fenomeno naturale: bellezza a., ottenuta con cosmetici e truccature; fiori a. (o finti), imitati con stoffa o carta colorata o plastica; mano, gamba a., costituiti da una protesi. 2. Solo in certi casi, artefatto o artificioso.

Le forme della natura sono forme umane. È nel nostro cervello che si formano i triangoli, gli orditi e le ramature. Noi li riconosciamo, li apprezziamo; ci viviamo in mezzo. In mezzo alle nostre creazioni, creazioni umane, comunicabili all’uomo, noi ci sviluppiamo e moriamo. In mezzo allo spazio, allo spazio umano, noi creiamo misure; tramite tali misure noi creiamo lo spazio, lo spazio tra i nostri strumenti. L’uomo poco istruito è terrorizzato dall’idea dello spazio; egli se lo figura immenso, notturno e vorace. Egli immagina gli esseri sotto la forma elementare di una sfera, isolata nello spazio, raggomitolata nello spazio, schiacciata dall’eterna presenza delle tre dimensioni. Terrorizzati dall’idea dello spazio, gli esseri umani si raggomitolano; hanno freddo, hanno paura. Nel migliore dei casi essi attraversano lo spazio, essi si salutano con tristezza in mezzo allo spazio. Eppure tale spazio è in loro stessi, non si tratta d’altro che della loro stessa creazione mentale. In questo spazio in cui hanno paura, gli esseri umani imparano a vivere e a morire; in mezzo al loro spazio mentale si creano la separazione, la lontananza e la sofferenza. Su questo c'è ben poco da dire; L'amante sente il richiamo dell'amato, lo sente al di là di oceani e montagne; al di là di oceani e montagne, la madre sente il richiamo del figlio.
L'amore avvince, avvince per sempre. La pratica del bene avvince, la pratica del male estranea. La separazione è l'altro nome del male; è altresì l'altro nome della menzogna. Infatti esiste solo un ordito magnifico, immenso e reciproco.

(Particelle elementari / M. Houellebecq)

"M.I.A" è la più bella ed immensa solitudine immaginabile."

Annunciate anche le prime date del tour di presentazione di "Bellissima Noia". Il calendario è in continuo aggiornamento.

03/11 - MILANO - BIKO
11/11 - TORINO - CAP 10100
12/11 - BOLOGNA - LOCOMOTIV
18/11 - CASERTA - SMAV
19/11 - ROMA - MONK

Tag: nuovo video

Vi raccomandiamo:

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Esterof 16/09/2016 ore 14:53 @giuppy123

    Questo pezzo è spettacolare!

  • annas 16/09/2016 ore 15:19 @annasmiles

    Una boccata di ossigeno, una ventata di nuovo, grazie Nicolò!

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Io, Whitney Houston e i Sonic Youth