“Numb”, il nuovo dei Linea 77

30/04/2003

Dopo aver calcato numerosi palchi italiani e stranieri per ben due anni, i Linea 77 non hanno smesso di lavorare e, rinchiudendosi in studio, prima a Torino e poi a Senigallia, si sono ritrovati “intorpiditi” a causa del troppo lavoro…
Il mondo sembra intorpidito per le ragioni che sono sotto i nostri occhi quotidianamente

“Numb” conferma la riuscita ad essere usciti dagli schemi compositivi mettendo in ogni singolo pezzo innumerevoli accenti e particolarità che in passato non riuscivano o forse non avevano il coraggio di usare. “Numb” suona eterogeneo, contiene atmosfere molto diverse e piccole particelle di ogni singolo componenete.

Il lavoro è stato confezionato da Haggis Offal, fondamentale per la demetallizzazione da applicare ai nuovi suoni del disco. Esperto di elettronica e polistrumetista, oltre ad essere un grande professionista, Haggis è stato determinante nel mettere a proprio agio i torinesi e a tirar fuori il meglio da ognuno di loro. L’animo scozzese e la sua proverbiale pazienza sono stati elementi decisivi nel creare e mantenere quel buon umore che ha permesso la realizzazione di un disco così emotivo e sentito.

Con i SUBSONICA ha finalmente preso forma una collaborazione che era nell’aria da più un anno, la stima ed il rispetto sono stati grandi e reciproci; ritrovatisi nella sala prove a Torino ed in diverse sessioni è nata “66”. La canzone è una perfetta sintesi dei due gruppi, con un grande equilibrio di fondo: un pezzo dei SubLinea!

Stesso dicasi per “Warhol” e l’intervento di Roy Paci e Gaetano degli Aretuska; avendo diviso il palco innumerevoli volte non è stato difficile riunirsi ed amalgamare il feeling ed i fiati per un brano dalle giuste vibrazioni.

Info: www.linea77.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc