Nuovo disco per i Bisca

19/04/2001

E’ uscito a marzo il nuovo lavoro discografico di Bisca: Il cielo basso, distribuito dall’etichetta “Il Manifesto”. Sarà reperibile al prezzo di £ 15.000, nelle edicole, nelle librerie Feltrinelli, nelle botteghe del commercio equo e solidale e, successivamente, nei negozi di dischi.

L’album è composto da 12 brani inediti nei quali si conferma la splendida anomalia di un gruppo di culto, che pur mantenendosi ai bordi dello show business, esprime una centralità forte nei processi culturali e musicali della nostra penisola per i temi affrontati e le scelte stilistiche.

Il titolo evoca un senso di oppressione, di schiacciamento; lo stesso che proviamo tutti ogni giorno di fronte alle meccaniche della globalizzazione che rendono l’individuo sempre più impotente e “relativo”. Ma Bisca rivolta il punto di vista e ci fa scoprire come, quando il cielo è così basso ed incombente, divenga possibile assaltarlo, proprio in virtù di quella vicinanza. Questa volta però non è un assalto diretto; la rabbia e la rivendicazione di un antagonismo umano prima che politico, che hanno sempre vissuto nella loro musica, Sergio Maglietta, Elio Manzo e Tiziana Massa, la fanno passare per una forma espressiva nuova, in cui la consapevolezza si fa più riflessiva e a tratti sorprendente.

Intorno al nuovo album Bisca ha sviluppato un processo di crescita e rinnovamento, aggiungendo colori alla sua tavolozza, inserendo suoni, emozioni e parole che rendono “Il cielo basso” un album cruciale nell’evoluzione di una formazione storica della scena italiana. La quasi ventennale carriera della band napoletana, non ne ha minimamente scalfito l’urgenza espressiva, né la capacità di rinnovare costantemente stimoli e determinazione artistica. Con “Il cielo basso” Bisca inaugura un nuovo ciclo creativo, laddove il doppio cd live “Semplicemente vivo” dello scorso anno, chiudeva idealmente il precedente. Le nuove aperture sul piano musicale si congiungono a quelle determinate dalla parola. Sono proprio le parole il vero cuore pulsante di tutta l’opera e Bisca per metterle in evidenza inventa una performance unica: 10 attori e musicisti interpretano i testi del disco come fossero poesie o racconti. Il risultato, grazie alla bravura e alla disponibilità degli interpreti, è davvero sorprendente e non è escluso che possa preludere a futuri sviluppi.

La registrazione di queste voci sarà disponibile in Internet all’indirizzo www.bisca.it e si potrà ascoltare nei luoghi dove verranno fatte le presentazioni dell’album.

Le immagini de “Il cielo basso” sono invece quelle dei quadri dipinti da Sergio Maglietta per la copertina ed il libretto del CD (che verranno anch’essi esposti nel corso delle presentazioni) e il video che Daniele Bigliardo ha realizzato in animazione 3D per il brano guida “In superfice”.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati