Nuovo disco per i Folkabbestia

24/06/2006

Tornano i Folkabbestia. Un nuovo album che ripercorre la storia della musica italiana dagli anni 30 agli 80 riveduta, corretta e personalizzata con il loro gusto. Il titolo dell’album “25 – 60- 38” (sottotitolo Breve saggio sulla canzone italiana) è l’inizio della famosa canzone “Tre numeri al Lotto” di Carosone, prima traccia del nuovo lavoro in uscita il prossimo 30 giugno per l’Ultimo Piano, registrato tra Bari e Siena e masterizzato a New York.

In questo quinto lavoro del gruppo barese avremmo il piacere di riascoltare, e i più giovani di conoscere, pezzi che hanno fatto la storia della musica italiana e che sono entrati ormai nella memoria storica di chi ha più di trenta anni: Tre Numeri Al Lotto - Pietre - Giovanni Telegrafista - Amara Terra Mia - L’avvelenata -Tre Briganti e tre Somari - Carlo Martello - Uffa Uffa - Voglio Vederti Danzare - Ma Cos’è Questa Crisi - Siesta – Serenata - Il Disertore - Ahi Maria.

L’idea di “riportare alla luce” in chiave moderna brani che non si sentivano più in giro da tempo, è stata apprezzata anche da altri musicisti che hanno prestato la loro voce in alcuni brani dell’album, si noterà quindi la partecipazione straordinaria di Franco Battiato ne “L’avvelenata” di Guccini, primo singolo estratto, alle radio dal 20 maggio, di Caparezza e di Erriquez della Bandabardò in un esilarante rifacimento di “Tre Briganti e tre Somari” di Modugno e del sax di Daniele Sepe in “Amara Terra Mia” di Modugno e “Serenata” di Cervo.

Questo album è il quinto dopo il primo autoprodotto “Breve saggio filosofico sul senso della vita” il secondo “Se la rosa…” della fine del 2000, primo uscito su etichetta UPR, seguito nel 2003 da “Non è mai troppo tardi per avere un’infanzia felice“, per arrivare nel 2005 a “Pèrche”, un disco live tratto da diverse registrazioni del tour 2004.

Per altre info:
www.uprfolkrock.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Max Casacci ha invitato la RAI a inaugurare un canale dedicato alla musica indipendente