Nuovo lavoro di Vittorio Merlo

20/03/2000

8 canzoni, 35 minuti di buona musica italiana.

E' da pochi giorni disponibile su Internet il nuovo CD di Vittorio
Merlo "Martina guarda il mare".

Sono 8 canzoni, di cui diamo di seguito una breve descrizione,
scritte da Vittorio con passione e divertimento per cercare di
interpretare e capire un po' di piu' questo grande mare nel quale
nuotiamo tutti i giorni.

Le canzoni del nuovo CD si trovano qui:

www.mp3.com/stations/martina

Le canzoni:

- Il Kossovo in una canzone - e' un pezzo crudo e con un
arrangiamento scarno che apre il CD ed e' stato scritto di getto
dopo aver visto il film di Silvio Soldini e Giorgio Garini "Rom Tour". Un
documento cinematografico che, sotto la guida di Antonio Tabucchi, ci fa
entrare nei villaggi che intorno a Firenze "ospitano" i nuovi poveri della
nostra civilta'. "... A chi mette il Kossovo in una canzone voglio dire di
fare attenzione..."

- Monsif - una buonanotte rock dedicata a un bambino di
Marrakech scritta sperando e credendo in una integrazione
possibile tra culture diverse e complementari, in un mondo che
tende a dividersi sulle identita' invece che condividere arricchendosi le
proprie diversita' "... portami un po' del tuo mondo faremo insieme un bel
girotondo..."

- Martina guarda il mare - il pezzo che da il titolo all'album e' una
canzone che Vittorio ha scritto guardando una foto di sua figlia e che,
accompagnato da una tenerezza di fondo, cerca di esprimere il rispetto che
i genitori dovrebbero avere per i percorsi dei figli. "... Martina guarda
il mare e suo padre e sua madre la guardano guardare..."

- Regalo di Natale - una canzone positiva, sulla felicita' della propria
esistenza, della propria famiglia, del cercare nelle cose semplici la
propria serenita'. " ... e brindiamo a questo mare, a questi bimbi a
questo amore, e' un regalo di Natale ..."

- Necesito cambiar - e' stata scritta durante l'intervento militare per il
Kossovo, ed e' la reazione di Vittorio alla lettura dei giornali e al suo
rapporto con i media in quel periodo. " ... Mi hanno tappato il naso, mi
hanno chiuso gli occhi, le mie orecchie sentono solo rumore, la mia bocca
non ha piu' sapore, necesito cambiar ..."

- Un filo all'orizzonte - e' ispirata dall'incidente di Cavalese
(Cermis), dove un aereo militare americano durante
un'esercitazione militare, volando ad una quota molto bassa, ha
troncato un cavo della funivia provocando la caduta della cabina e
la morte dei suoi 20 passeggeri. Vittorio aveva scritto questo
pezzo direttamente in francese nel 1999 e ci presenta oggi la
versione italiana.

"... Forse tu sei piu' veloce di un canarino, ma io ti vorrei chiamare
assassino..."

- I am playing my song on the MP3 Road - un pezzo rock in
inglese scritto durante la registrazione degli altri pezzi per divertirsi
su MP3 e la musica. - " ... good night good morning and welcome on the
MP3 Road ..."

- Ferrari - l'inno d'amore per la rossa di Maranello che Vittorio ha
scritto l'anno scorso dopo l'incidente a Schumacher e che ha fatto il
giro del mondo tramite Internet, e' qui riproposto nella sua versione piu'
popolare in italiano e "mambo remix" "... perche' amiamo la Ferrari ..."

MP3.Com e' ora in grado di inviare dei veri e propri CD audio
professionali con tanto di custodia, copertina e presentazione
interna e con un software multimediale che permette di ascoltare
anche i CDAudio sul proprio PC leggendo i testi e le note
biografiche degli artisti.

Le radio e le riviste musicali che desiderano ricevere un CD-Demo
per trasmetterlo e/o recensirlo possono farne richiesta a Vittorio
rispondendo a questo messaggio.

Buon ascolto!

Per ogni ulteriore informazione :

mailto:vittorio.merlo@ci.culture.lu
/>
www.mp3.com/vmerlo

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3