La band giapponese che suona solo elettrodomestici dismessi

Modificando ventilatori, televisori e bobine, gli Open Reel Ensemble creano musica elettronica bellissima

Open Reel Ensemble
Open Reel Ensemble - foto via japantimes.co.jp
21/01/2016 - 12:00 Scritto da Chiara Longo

Gli Open Reel Ensemble sono una band giapponese che fa musica partendo da vecchie bobine e televisori, missando, programmando, modificando e processando tramite computer, per creare canzoni e strumenti musicali ottenuti riciclando vecchi elettrodomestici e oggetti tecnologici.

L'obiettivo del progetto non è solo quello di creare nuova musica sfruttando vecchia tecnologia, ma anche quello di far riflettere sulla crescita dell'economia e sull'emergenza smaltimento dei rifiuti elettrici a causa della continua corsa a rimpiazzare gli elettrodomestici vecchi anche se ancora perfettamente funzionanti, come accade per esempio per smartphone e computer. Il fondatore della band, Ei Wada, ha ovviamente un passato come programmatore. Il risultato, a livello musicale, è una strana fusione di suoni industriali ed elettronici. Ma per capire meglio lo spirito del progetto si fa prima a guardarli in azione:

video frame placeholder

L'ispirazione musicale, dicono, arriva dai gamelan indonesiani, ovvero delle orchestre tradizionalmente formate da xilofoni, metallofoni, tamburi e gong, i cui timbri metallici sono qui riprodotti tramite suoni robotici ottenuti da synth. Accanto a quei suoni ispirati alla tradizione, si ascoltano anche percussioni metalliche e timbri talmente suggestivi da sembrare extraterrestri. Inoltre ci vuole una buona dose di inventiva ingegneristica per attivare alcuni degli elettrodomestici con cui la band si esibisce. Per esempio questo circuito è preparato collegando tra loro dei ventilatori che attivano delle lavagne luminose, che a loro volta alimentano dei pannelli solari che accendono le casse. 

video frame placeholder

---
L'articolo La band giapponese che suona solo elettrodomestici dismessi di Chiara Longo è apparso su Rockit.it il 2016-01-21 12:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO