La parabola discendente dei Subsonica

28/01/2011

Ad ascoltare "Istrice" dei Subsonica, nuovo estratto dal nuovo album dopo l’assaggio web di "Eden", di cui il collega Sandro Giorello a ragione diceva che “non è un fulmine a ciel sereno, non introduce importanti cambi di rotta, né sembra particolarmente ispirata”, viene da pensare che Casacci & co. abbiano perso il lume della ragione, o quantomeno lo smalto dei tempi migliori, ripiombando - nella migliore delle ipotesi - ai livelli creativi di "Terrestre", ad oggi il disco meno riuscito della loro carriera.


(Subsonica, "Istrice")

Se con "L’eclissi" avevano in parte risalito la china, adesso con "Eden" si corre il serio rischio di doversi rimangiare quanto di buono fu scritto 3 anni fa circa. Nessun sentimento di cattiveria, sia chiaro, ma anche a mandarlo in loop "Istrice" rimane un pezzo mediocre e scontato.

Se infatti l'unica evoluzione possibile che sono riusciti ad inventarsi in tutto questo tempo é un inserto di wha-wha, comprenderete le nostre perplessità su ciò che ci aspetta sulla lunga distanza. Perché tutto il resto del pezzo suona maledettamente uguale ai Subsonica, a cominciare dallo stile di Samuel - un marchio ormai logoro se riproposto ogni volta in maniera identica - per finire alla musa ispiratrice della canzone (é una città con i portici dove scorre il fiume Po e c'é un luogo denominato "Murazzi"... indovinate un po' quale possa essere la novità?!?).

Insomma, se le premesse sono queste, possiamo affermare con certezza che la parabola discendente della band torinese ha ufficialmente avuto inizio. // Faustiko

Per info sui Subsonica:
www.subsonica.it/

Commenti (17)

Carica commenti più vecchi
  • Fabrizio Rioda 31/01/2011 ore 12:45 @saggiofaggio

    Insomma, se le premesse sono queste, possiamo affermare con certezza che la parabola discendente della band torinese ha ufficialmente avuto inizio.


    Con CERTEZZA. Ecco l'affermazione che aspettavo.
    In fondo che ci vuole a stroncare? Una canzone ORRENDA!!! PERDIO!!! Non la si lasci passare! E non le si dia mai, MAI, il tempo per essere digerita! Chè Casacci, Boosta & co. stiamo per altri secoli in uno studio a sudar canzoni & note per segnare una traccia (in ogni senso) a tutti i musici che avranno la (S)fortuna d'imbattersi nelle Mescal e nei managerS capaci di tutto!
    E voi sareste l'architettura nella quale le bandS possono improntare una farsesca sorta di community? Su queste fondamenta?
    Ma in fondo è giusto: un Faustiko un prete, un pio, un teorete a sparare cazzate.
    E in culo tutto il resto.

  • Parlo Castore 03/02/2011 ore 09:27 @whoiswho

    quindi la notizia è "sentite quanto fa schifo il nuovo dei Subsonica"? Avete già fatto una recensione e quindi espresso un'opinione, a che serve un articolo del genere? A parte fare click sulla pagina stessa intendo...

  • Sandro Giorello 03/02/2011 ore 10:08 @sandro

    Non sei il primo che si confonde, questa è la seconda recensione, quella del primo singolo ufficiale, "Istrice", abbiamo ripostato il video di "Eden", lo street single, solo per coloro che si erano persi la recensione precedente.


    La canzone è questa, non so per quanto la terranno su
    http://www.youtube.com/watch?v=GuvnqEdfRu0

  • Faustiko Murizzi 03/02/2011 ore 11:52 @faustiko

    Non immaginavo che i Subsonica avessero tanti sostenitori tra le fila dei vecchietti... :-) :[


    (Messaggio editato da faustiko il 03/02/2011 11:52:32)

  • iggy 04/02/2011 ore 23:31 @iggy

    aspettando l'8 marzo

    (ed il 13 aprile! [: )


    (Messaggio editato da iggy il 04/02/2011 23:32:13)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

Top It 2017: i 20 dischi dell'anno secondo Rockit