Il parroco che sta vendendo tutti i suoi dischi per sostenere la parrocchia

via Facebook, Massimo Mafioletti - Don Massimo che firma i suoi CDvia Facebook, Massimo Mafioletti - Don Massimo che firma i suoi CD
27/10/2016 11:08 di

Stamane su Facebook mi sono imbattuto in un lungo post con 4 foto piene di CD e un titolo in maiuscolo "Music for my church". L'autore era un parroco di Bergamo, che ha accompagnato con delle righe molto carine la decisione (evidentemente non facile) di disporre sul tavolo 20 anni di musica scoperta, acquistata ed ascoltata per farne un mercatino settimana prossima in oratorio.

Il post non si dilunga su che tipo di esigenze specifiche abbiano portato il prete a questa scelta, sappiamo solo che negli ultimi anni la parrocchia ha dovuto sostenere delle spese ingenti per restaurare la chiesa e che il parroco, uomo di cultura e di un certo spessore intellettuale, è un grande appassionato di musica: la biblioteca, in mezzo alla quale sta la sua scrivania in casa parrocchiale, era evidentemente piena di dischi, e, appoggiata su un supporto, c'è vicinissima una chitarra acustica. Non è il tipo di prete che suona sull'altare, ma tutti sanno che in altri contesti se la suona e se la canta. Anni fa mi disse che secondo lui non c'era nessun problema a proporre in chiesa l'Ave Maria di De Andrè, con una motivazione.
Nella sua collezione ci sono dischi di tutti i tipi: da Keith Jarrett ai R.e.m., passando per Neil YoungMumford & Sons.

 

Non solo le parole usate nel post lasciano intuire un grande affetto per i suoi dischi, ma alla fine non è riuscito a dir loro addio prima di firmarli tutti. Il gesto, per quanto semplice, deve essere stato un vero e proprio sacrificio, e a questo proposito citerei spudoratamente Wikipedia: "Il sacrificio (dal latino sacrificium, sacer + facere, "rendere sacro") è quel gesto rituale con cui dei beni vengono tolti dalla condizione profana e consegnati al sacro".

La cosa bella dei sacrifici è che spesso non vengono lasciati soli, qualcuno ha commentato: "Ci metto anche i miei", risposta: "Facciamo un mercatone coi fiocchi".  

Tag: storie strano e lol

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello