Parte il Festival Stradarolo

19/09/2002

Stradarolo - Festival Internazionale di Musica Teatro Danza Arte su Strada - Genazzano

Sabato 21 e domenica 22 settembre 2002 – VIª edizione

Vicoli Vincoli Svincoli

Sabato 28 e domenica 29 settembre 2002 – Zagarolo e sulla statale 155

VICOLI, VINCOLI E SVINCOLI sono in questo 2002 luoghi, idee, flussi, trovarsi e perdersi, seguire i movimenti, riuscire a stupirsi ancora.

Da sabato 21 fino a domenica 29, nei paesi di Genazzano e Zagarolo, e sulla Statale 155, scenario vivo, palcoscenico in trasformazione continua, fondale in movimento del festival, si vivrà quel momento particolare che avvicina artisti e pubblico, spettacolo, luoghi e gesti del quotidiano, con oltre 300 artisti, per un’invasione/evasione artistica.

STRADAROLO 2002 – IL SENSO
Stradarolo è un festival raro, dove le arti si confondono, le categorie si intrecciano, non esistono. Il pubblico mescola le visioni e le emozioni.

Alla sesta edizione, un pubblico stimato in oltre ventimila presenze, la narrazione continua.

Il tema centrale è il movimento, la ripetitività dei gesti, i tempi dell'attesa. La città vicina, la statale 155, la strada dei pendolari, le corriere, i treni, i rumori della strada sono gli elementi poetici e i luoghi di ispirazione.

COS’E’
Per tutti è un terreno di sperimentazione, di ricerca di spazi, di recupero socio-culturale, di condizioni espressive antiche e nuove, verso l'intuizione di nuove emergenze e nuovi scenari. Il confine città-campagna che, poi è spesso un confine periferia urbana - periferia suburbana, è territorio comune tra gli artisti e il pubblico, punteggiato di chiese antiche, palazzi in cemento, prati verdi recintati, prati gialli incustoditi, tangenziali, bretelle, abbazie, stazioni ferroviarie in disarmo, alta velocità, bassa velocità, svincoli autostradali, svincoli di sangue.

Così le sonorità etnico-folkloriche-rock-jazz-world-reggae-d’autore (e di altro genere) diventano senso di appartenenza e confronto, senso della diversità, parentela estemporanea, la danza contemporanea suggestione mimica, magari erotica, il tratto concettuale di alcuni performer, meraviglia, stupore.

PROGETTO 2002
Ogni anno il festival propone un filo conduttore che restituisce senso al percorso artistico, dalle corriere alle storie dei pendolari, dai cartelloni&n b sp; pubblicitari abusivi ai racconti di Calvino, dalle stazioni di benzina alle piste ciclabili impossibili, dal trekking alle veloci strade statali e alle macchine sonore, dalle api agli apetti, dalla cera al miele fino ai tricicli a motore.

GLI EVENTI ARTISTICI
Per realizzare gli spettacoli sono stati invitati artisti disponibili a misurarsi con un ambiente diverso dal solito spazio teatrale o espositivo. Il festival dell'edizione 2002 si articolerà in tre momenti distinti:

• Primo momento
Sezione "Svincoli" - Lungo la strada statale 155, ai vari incroci le aiuole spartitraffico, i semafori, le aree verdi di r accordo ospiteranno vari insediamenti artistici di musica, teatro e danza distribuiti su un percorso di circa 15 chilometri, un colpo al cuore, una visione, un imprevisto, una interferenza nel quotidiano, nel và e vieni dei pendolari.

• Secondo momento
Sezione “Narrare gli altri – La strada luogo del coraggio” - Italo Moretti incontra il pubblico della strada e racconta. Racconta il suo libro “I figli di Pla z a de Mayo”. Questa sezione è dedicata alla strada come luogo del coraggio, dove la parola diventa una visione del mondo con gli occhi e il cuore di chi la osserva, la fotografa, la immagina, la studia. Raccontare per non dimenticare.

• Terzo momento
Sezione "Il Teatro dei Suoni - educazione al suono e alla musica" - Laboratori con esperti di didattica musicale (Luca de Carlo - musicista e responsabile del settore musica presso la Garamond, Sabrina Ceccarelli - insegnante di educazione musicale e esperta di didattica musicale, Raniero Terribili - tecnico del suono) da svolgersi nelle scuole elementari e medie del territorio attraverso l'utilizzo del progetto educativo alla musica "Il teatro dei suoni", in collaborazione con la Garamond, aventi come obiettivo& n bsp;quello di favorire un approcci ai linguaggi sonori che comprenda non solo il momento dell'ascolto ma anche quello della produzione e dello sviluppo della creatività.

ARTISTI – tra gli altri:
per la musica - Têtes de Bois (ideatori del Festival), Teresa De Sio, Nada, in una rivisitazione dei Beatles, Francesco Di Giacomo e Rodolfo Maltese (Banco del Mutuo Soccorso) con Maurizio Pizzardi, Ambrogio Sparagna, Nidi D'Arac, Novalia, Filippo Gatti (Elettrojoyce), Pinomarino, Gianni Di Rienzo, Torpedo, Baltabarén, Banda dei Falsari, Punch & Judy, 20 Corde, Her Pillow
per teatro & danza, performance, istallazioni, racconti - Ascanio Celestini, Rocco Papaleo, Italo Moretti, Travirovesce, Vox Libris, Gianluca Riggi, Giovanna Summo, Fabrizio Crisafulli, Fabio Koryù Calabrò, Claudio Montuori

Manifestazione ad ingresso libero – dalle ore 20.00 in poi

Per informazioni:
tel. 06-95200019 – 06-9579696
www.tetesdebois.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe