Parte Monte di Note Festival

19/06/2001

In giornate in cui lo sport nazionale e i suoi supporters stanno dando discutibili dimostrazioni di maturità e buon senso (vedi le recenti invasioni di campo), un piccolo festival di provincia, realizzato con grande coraggio, sofferenza e con pochi fondi (i grandi sponsor hanno paura di allontanarsi dalle grandi città), giovedì avrà inizio ormai per il settimo anno.

Si tratta naturalmente di Monte di Note Village, partito ad Orte nel '95, da 3 anni ospitato dal Comune di Montefiascone ed in questa edizione situato in una nuova sede, con l¹ulteriore novità dell'ingresso gratuito in quasi tutta l'area, per invitare non solo i più appassionati, ma anche giovani, adulti e famiglie a scoprire un luogo particolare, divertente ma stimolante, con musica, teatro, associazionismo, dischi, libri, video..cibo per la mente, ma anche per il corpo.

La nuova sede appunto, sulla via Cassia al Km. 94, tra Montefiscone e Viterbo (che dista solo 10 minuti di auto ad andatura moderata), con ampi parcheggi e tante novità, sarà suddivisa in due aree, una, la piazza, ad ingresso libero e gratuito, con un palco, il juke-boxteatro, il 'Giardino della creatività' (spazio di arte e gioco per i bimbi), il pub, la spaghetteria, la gelateria e l¹enoteca, ed anche un grande stand di libri (che presenterà un opera molto significativa su un grande mai dimenticato della musica italiana, Rino Gaetano), una mostra con poster originali da Cuba di un trentennio (68-98) su un altro personaggio non dimenticato, Ernesto 'Che' Guevara, uno spazio ricco di dischi di qualità ed un area video (intitolata "Quello che l'occhio non sente", che presenterà a rotazione continua una sorta di storia del video-clip) e tanti stand interessanti. Gli appuntamenti musicali più significativi si terranno invece nell'ARENA, unica area con ingresso a pagamento, con prezzi comunque assolutamente accessibili. Grandi nomi di rock, etnica e canzone d'autore, a partire dai celebri Marlene Kuntz, che apriranno il festival giovedì 21, dopo la prova generale per pochi eletti del giorno prima e il bagno di folla di Imola con Vasco Rossi; e poi Persiana Jones, Gang, Parto delle Nuvole Pesanti, il grande poeta pellerossa John Trudell (con la sua incredibile e drammatica storia), Claudio Lolli, Giorgio Conte, Nada Trio, Les Tambours de Brazza (straordinari percussionisti del Congo), Kay McCarthy e tanti altri.

Altra particolarità, si spera di notevole interesse, è l'"Afterhour", uno spazio per chi vorrà fare un po¹ tardi nelle notti d¹estate: l¹ultima ora di apertura del villaggio sarà infatti dedicata a piccoli concerti in acustico, tenuti da artisti di valore nell'area del pub-spaghetteria.

Un nuovo tentativo perciò, portato avanti dall'Associazione Concertopoli con il fondamentale sostegno del Comune di Montefiascone, di offrire alla gente qualcosa di un po¹ diverso da molti contenitori tradizionali, dove le opportunità di divertimento e tante proposte di arte e cultura sappiano convivere, interessare e stimolare.

Per informazioni:

Tel. 0761-490032
e-mail: info@concertopoli.org

Tag: festival

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    “Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale