Piero Pelù: l'11 settembre ha ucciso la curiosità musicale. E il fan club dei Litfiba.

Ardita riflessione di Piero Pelù all'interno di un'intervista rilasciata a La Stampa
29/06/2012

La Stampa ha pubblicato ieri sulla versione cartacea un'intervista a Piero Pelù, in occasione del live che i Litfiba terranno stasera a Torino, per gli MTV Days.

Oltre a una serie di riflessioni sul rock e gli adolescenti italiani ("ho notato che chi guarda molto la tv propende per l'hip hop"), Pelù si butta anche in un'analisi piuttosto spericolata che parte dall'11 settembre e finisce sulla chiusura del fan club ufficiale dei Litfiba.

Ecco l'estratto dell'intervista, firmata Marinella Venegoni e pubblicata su La Stampa del 28 giugno:
"L'apertura verso generi musicali ha funzionato nei Novanta, molto creativi. Con gli Anni Zero e la tragedia delle Torri, ho notato anche sulla nostra pelle che sempre di più la gente si orienta verso un genere, per bisogno di identità. Molti muri sono stati alzati: politici, religioso, culturali, con un riflesso sulla musica. Noi abbiamo chiuso i fan club perché potevano essere arma a doppio taglio: ora abbiamo tanti club non ufficiali, con persone che ci garantiscono una filosofia rispettosa di noi e degli altri".

Che Pelù fosse invidioso della performance di Ligabue di qualche giorno fa?

---
L'articolo Piero Pelù: l'11 settembre ha ucciso la curiosità musicale. E il fan club dei Litfiba. è apparso su Rockit.it il 29/06/2012

Pagine: Litfiba - Piero Pelu'

Commenti (6)
Carica commenti più vecchi
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati