Pippo Pollina presenta il nuovo disco

04/12/2001

Giovedì 6 dicembre Pippo Pollina presenterà a Roma, alle ore 18.30 presso la libreria Bibli in via dei Fenaroli 28, il suo nuovo album Versi per la liberta' (Storie di Note), eseguendo dal vivo alcuni brani accompagnato dagli Inti Illimani e da Ambrogio Sparagna.

Un disco concepito in totale libertà di pensiero: seguendo in maniera naturale e spontanea le libere correnti dello spirito, gli improvvisi impulsi e le epifanie della vita. Versi per la libertà è diventato così l’esatta fotografia di una ricerca musicale ed umana davvero unica nel panorama della moderna canzone d’autore italiana.

Si comincia con un grande cavallo di battaglia di Pippo Pollina, Il Giorno del Falco, qui eseguita insieme agli Inti-Illimani al gran completo che regalano finalmente a questo pezzo l’afflato epico che meritava. Il brano è presente nel cd anche in formato cd-rom, con il videoclip che ne è stato tratto dal regista Christian Angeli, girato in presa diretta il giorno della registrazione e ricco di materiale d’archivio inedito gentilmente donato dalla Fondazione Victor Jara, tra cui anche rarissime immagini di Victor Jara, del palazzo della Moneda in fiamme e di vari altri contributi legati alla storia del Chile che rendono il video un messaggio fortissimo di vita, di resistenza, di libertà.

19 luglio ’92 e Pristina 99 sono due brani civili. Affrontano tematiche storiche a noi vicine: la strage Borsellino e la guerra nell’ex Jugoslavia. L’impegno civile con le canzoni è da sempre nel dna di Pippo Pollina.

Leo, omaggio a Leo Ferrè, e scritto insieme a George Moustaki, è qui in una versione che si commenta da sola: Pippo Pollina negli Abbey Road Studios con la London Session Orchestra.

Amsterdam è una delle due covers del disco. Con Ambrogio Sparagna all’organetto e Rita Marcotulli all’armonium, due tra i più importanti musicisti che esistano oggi in Italia. Pippo Pollina ha tradotto e ricantato a modo suo questo brano mostre per testimoniare il grande amore che ancora una volta lo lega alla grande canzone francese.

Gracias a la vida, l’altra cover, opera di Violeta Parra, eseguita per pianoforte e voce, è una canzone del destino che mostra le indiscutibili qualità vocali e le raffinate doti d’interprete che Pollina possiede.

In compagnia di Mr Hyde, La mia casa, Eppure si va raccolgono il lato intimista e riflessivo della poesia in musica di questo artista.

Versi per la libertà chiude l’album. Un brano che ci riporta alle origini dello straordinario cammino musicale di Pollina. Un’antica ballata in dialetto siciliano che Pippo era solito proporre agli inizi della sua carriera. Nel brano è lui stesso a suonare i molti charango presenti.

Per informazioni:
Storie di Note
e-mail: storiedinote@tin.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    A Milano la mostra su Frida Kahlo con le musiche di Brunori SAS