Pogate, è per il bene della scienza

Wikipedia - PogoWikipedia - Pogo
07/11/2014 15:20

A volte l'essere umano riesce a liberarsi delle proprie sovrastrutture e a tirare fuori la sua parte animale, e la cosa si traduce in molteplici comportamenti ed attività per lo più di carattere collettivo, come per esempio il pogo. 

È un fenomeno di emozione collettiva che tutti abbiamo provato almeno una volta nella vita e che l'Itai Cohen Group, gruppo del dipartimento di fisica dell'University of Cornell, è riuscito ad analizzare a partire da alcuni video di concerti heavy metal presi da YouTube.
Utilizzando delle tecniche di tracking automatico il gruppo è riuscito a studiare i movimenti di una massa umana e ad esaminare i caratteri statistici del pogo, ma soprattutto è riuscito a creare un simulatore capace di rappresentare in maniera chiara cosa succede di fronte a un palco quando l'atmosfera si fa particolarmente calda. Ci potete giocare qui sotto, spingendo sul pulsante "show controls".


Questi studi sul pogo non sono solo un divertissement per studenti di fisica annoiati, ma hanno importanti implicazioni anche sullo studio del comportamento umano di gruppo, soprattutto durante momenti di panico o pericolo. Nonostante questi movimenti collettivi siano ben documentati nel regno animale (vedi gli stormi di uccelli o i banchi di pesci) non ci sono ancora studi esaustivi sul comportamento umano sia durante situazioni ordinarie (come quella dei passanti che scorrono per una via pedonale) sia in momenti più estremi e in caso di pericolo. Lo studio del pogo, in questo senso, può aiutare gli scienziati e gli architetti a capire come costruire al meglio gli spazi pubblici per far sì che siano sicuri anche in situazioni di panico.

(via)

Tag: tecnologia scienza

Commenti (5)

Carica commenti più vecchi
  • Filippo Siracusa 07/11/2014 ore 17:27 @sirpippo

    si vede che sti ricercatori non hanno mai pogato in vita loro però ;-)

  • Filippo Siracusa 07/11/2014 ore 17:29 @sirpippo

    no davvero, non hanno contato il blocco fisso che c'è almeno da un lato.

  • Giulio Pons 07/11/2014 ore 18:11 @pons

    Notevolissimo. Molto bello!

  • alessio magenta 08/11/2014 ore 23:14 @alessiomagenta

    ma appunto! che pogo è?? :D

    dove sono le spinte random di chi arriva da fuori?
    e quelle difensive da parte dei neri per mantenere l'area pogo ristretta?
    quella è una massa in moto ondoso...

    (premetto che non ho modificato tutti i parametri, però con noise e flock a range alti succede un bel casino!)

  • Lara Cconta 14/11/2014 ore 17:57 @hce

    non ha tanto senso l'applicazione di cui parlano: un pogo se appena funziona crea sintonia e benessere tra i partecipanti. è diverso da un panico in cui ognuno sclera per conto suo.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati