Utili e adorabili: arrivano i mostri-mangia-cuffiette

via matomeno.in - Un simpatico mangiatore di cuffiettevia matomeno.in - Un simpatico mangiatore di cuffiette
02/05/2016 10:44 di

Uno degli interrogativi che da sempre hanno impegnato l'ingegno dell'essere umano è la domanda ultima delle cuffiette che si ingarbugliano in tasca. Anche Rockit ha contribuito più volte al dibattito, interpellando la scienza, le dita e le carte di credito.

Il problema, sebbene abbia probabilmente le proprie radici in ragioni ontologiche, è uno dei grandi smarrimenti esistenziali della nostra società pre-wireless. Forse non sarebbe il caso di scherzare su questo genere di cose, ma - come sempre - i giapponesi hanno trovato un'ipotesi di risposta ingegnosa e al contempo sdrammatizzante, in grado di far sorridere l'individuo (orfano delle grandi narrazioni) di fronte al mare delle infinite possibilità di ingarbuglio.

Sono dei piccoli esserini che mi fanno pensare a Inkiostrik, il mostro dello zainetto e delle tasche nauseabonde. Arrotoli intorno al loro corpo spinoso il cavo delle cuffiette e li ricompensi dando loro in pasto gli auricolari, poi li metti via così: se ben nutriti non mordono, in genere. 

 

Inoltre, quando non servono a disciplinare cavi vari, i mostri tornano utili come antistress. Chi non vorrebbe sempre a disposizione un esserino gommoso da stritolare?

I mostri-mangia-cuffiette si candidano dunque non solo al ruolo di migliore amico dell'uomo, ma rischiano di diventare l'unica salvezza di una società allo sbando, costituendo di fatto un'unica risposta ai vari problemi della nostra condizione post-secolare: stress, solitudine e soprattutto ingarbugliamento.

Per ottenerli, però, bisogna aver voglia di addentrarsi in babeliche profondità del web orientale, come per tutte le più belle cose.

 

(via)

Tag: strano e lol

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe