Il programma dell'Hiroshima Mon Amour

13/11/2001

Giovedì 15 novembre
La musica d’autore è prima protagonista in una serata in cui si esibiranno tre fra i musicisti che stanno conquistando l’attenzione di un pubblico attento, di critici musicali e addetti ai lavori, sia della scena nazionale che internazionale.

L’esibizione a cui assisteremo, sarà quella dei Kings of Convenience, il duo norvegese formato da Eirik Glambek Boe e Erlend Oye che, in questo loro breve tour italiano, saranno accompagnati dal pluripremiato Gino De Crescenzo, meglio conosciuto come Pacifico, il cantautore milanese a cui sono stati assegnati due riconoscimenti di grande prestigio: il premio Grinzane Cavour da parte del Premio Recanati 2001 per il brano “Le mie parole”, e la targa Tenco durante l’edizione del Premio Tenco dello scorso
ottobre, per il miglior album d’esordio.

Ingresso L. 20.000, ore 22.00

Venerdì 16 novembre
Musica e letteratura nuovamente si incontrano e diventano uniche grandi protagoniste, del doppio appuntamento organizzato dall’Associazione Culturale Hiroshima Mon Amour.

La musica è innanzitutto quella blues, del buon vero e vecchio blues che non delude mai, anche grazie all’abilità dei musicisti nel rinnovare questo genere musicale.

Artisti come Gianluca “Slep” Sciancalepore, chitarrista, cantante e compositore rock-blues, conosciuto soprattutto per aver collaborato dal vivo e in studio con Francesco De Gregori, che ritorna a Hiroshima Mon Amour, insieme a Elvin Betti e Umberto Mari, il trio meglio conosciuto con il nome “Slep & The Red House”.

“Slep & The Red House” saranno annunciati sul palco, dall’esibizione dell’altro gruppo blues ospite della serata: i torinesi Marasma Blues Band.

Sala Majakowskij, ingresso libero, ore 22.00

Contemporaneamente al concerto, nella nuova Sala 1 si svolgerà invece, la presentazione del romanzo “IN PARADISO” edito da Derive e Approdi, dello scrittore Vittorio Bongiorno.

La presentazione del libro sarà uno speciale incontro-dibattito letterario/musicale, che vedrà oltre alla partecipazione diretta dell’autore, anche il coinvolgimento di uno fra i personaggi più noti della scena musicale attuale italiana, ovvero Madaski, personaggio che con la sua musica e il suo modo di essere, è stato fonte di ispirazione per una parte del racconto, il cui ritmo è scandito appunto, da una ideale colonna sonora di musica elettronica ma non solo.

Sala 1, ingresso libero, ore 22.00

Per informazioni:
Associazione Culturale
Hiroshima Mon Amour
Via Bossoli 83 – 10135 Torino
Tel. 011 3176636 Fax. 011 3175427

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    “Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale