Prosegue il festival di "Villa Arconati"...

05/07/2005

A definire un festival spesso non basta la sterile elencazione di generi. Specialmente questo festival che, dalle diversità, ha sempre tratto il suo punto d’identità. Così, archiviati i modelli opposti di canzoni rappresentati dal giovanissimo duo norvegese e dal grande “medico/stregone” dello spettacolo, altre latitudini ed altre longitudini concorrono ad orientare la rotta della manifestazione. E il contrasto è stavolta davvero stridente.

Martedì 5 Luglio si esibiranno sul palco di Villa Arconati i Kraftwerk, quartetto moderno di 'adulti' (due di loro, i fondatori Ralf Hütter e Florian Schneider, superano i cinquantacinque anni), sin dai primi anni '70 protagonisti del futuro della musica. La loro ricerca alimenta da sempre il pop europeo e loro, sicuramente tedeschi, ma solo in apparenza freddi e distaccati, profonderanno emozioni grazie alle loro atmosfere uniche e, soprattutto (scontatamente) innovative.

Altrettanto scontatamente (o meglio: scoTtatamente) 'roventi', le atmosfere che Roy Paci e i suoi Aretuska proporranno nella loro turbinante esibizione di sabato 9 luglio. In direzione opposta al gruppo di cui sopra, i loro riferimenti attingono al repertorio popolare siciliano, che il trombettista più 'migrante' che abbiamo, ha saputo rendere globale' mischiandolo con il jazz, lo ska, il reggae e il soul; fino a trovare la miscela esplosiva di un suono che definire etnico sarebbe riduttivo.

In ogni caso, tutte queste espansioni di modelli sonori, saranno a loro volta 'contrappuntate' dall’esubero barocco della facciata seicentesca della Villa, consueto ed irripetibile fondale dei vari concerti.

Come se non bastasse, avremo orizzonti ancora più estesi con il prossimo appuntamento: Amadou & Mariam e L’Orchestra di Piazza Vittorio lunedì 11 Luglio. Preparare il sestante...

Info: www.insiemegroane.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è "Ossigeno", il nuovo programma di Manuel Agnelli