Quanta acqua nel pentolone Suiteside!

04/03/2004

Dopo mesi di "duro lavoro" nell'ombra eccoci finalmente con un (bel) pò di notizie ufficiali su quanto avverrà nei prossimi mesi in casa Suiteside.

AA.VV. - Playing the Indie Game (SS010)

La prima "compilation" Suiteside è finalmente in dirittura d'arrivo. Che poi non proprio di compilation in senso tradizionale si tratta, quanto più di un progetto che ha coinvolto nomi da ogni parte del globo, gruppi/musicisti a cui l'etichetta ha proposto di comporre dei brani appositamente per l'occasione, utilizzando strumenti giocattolo e mettendo il più possibile da parte ogni forma di "conoscenza/virtuosismo" musicale in favore di un'attitudine ludica e giocosa.

L'uscita (con un artwork che sarà ancor più ludico della stessa tracklist) è prevista per il mese di aprile.

Questa la tracklist (in ordine non definitivo):

Brave Captain - The Little Girl Who Waves at Trains
Lo-Fi Sucks! - Cookie Jar
Anorak - Microphone
Mantler - Shadows and Counterparts
Wilfried* - I Made Love with Pussy Galore
King of Woolworths - Dog Cat Game
Pecksniff - I’m a Sailor
John.Wayne.Shot.Me - A Song about Fishing
No Through Road - The Singing Donkey
Blimey! - Sexy
Morose - How I Killed Leonard Cohen

Quasi pronto poi il master del secondo full-lenght della Juniper Band, registrato ancora ai Red House Studio di David Lenci a Senigallia. Qualcuno parlerà di svolta "psych stoner", qualcuno azzarderà paragoni altisonanti con nomi come Spiritualized, GYBE!, My Bloody Valentine. Certo è che teremin, vocoder e archetti rendono questo lavoro davvero space rock. Data di uscita da definire, poichè la Band è attualmente alla ricerca di un nuovo tastierista.

Infine, in concomitanza con la pubblicazione di "Playing the Indie Game" - la compilation - Suiteside inaugurerà una collana di EP (il cui titolo è da definire), che verranno pubblicati con cadenza quadrimestrale (maggio, settembre e gennaio), dedicati a gruppi/artisti all'esordio.

A "spianare" il progetto ci penseranno gli Almandino Quite De Luxe, trio bolognese per due terzi al femminile (due chitarre e batteria) che farà la gioia di chi ama Sonics, Bob Log, Man or Astroman.

A settembre sarà poi la volta di Hollowblue, nome sotto cui si nasconde Gianluca Maria Sorace, già autore di una serie di demo notati dagli ascoltatori più attenti, e capace di poetiche delicatezze lo-fi venate di elettronica e new wave.

Più info:
www.suiteside.com

Pagine: Lo-fi sucks! The Juniper Band Pecksniff Morose Hollowblue

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    La fiction RAI sulla vita di De Andrè è stata vista da oltre 6 milioni di spettatori