Resoconto incontro Audiocoop

13/09/2004

AudioCoop cresce e rilancia: l'assemblea nazionale di AudioCoop ha fissato gli obiettivi per il prossimo Mei 2004

STATI GENERALI DELLA MUSICA INDIPENDENTE:

LE 110 INDIES ASSOCIATE AD AUDIOCOOP VOGLIONO UN MAGGIORE RICONOSCIMENTO DALLA SIAE, STRINGERE UN ACCORDO DEFINITIVO CON SCF, TRATTARE INSIEME CON I FESTIVAL PIU' IMPORTANTI E LA NUOVA DISTRIBUZIONE SUI TELEFONINI E ON LINE, AVVIARE RAPPORTI PIU' STRETTI CON ASSOMUSICA , ANEM E SINDACATO ITALIANO ARTISTI E PROMUOVERSI ALL'ESTERO AL WOMEX, POPKOMM E MUSICWORKS DEL 2004.

Individuati gli obiettivi per promuovere il circuito degli oltre 60 festival al Mei Fest.

Presentati i progetti legati alla distribuzione di MediaMusicaItalia e Microstore e annunciati i nuovi progetti di AudioCoop Media, AudioCoop Promozione e Mei Live.

Si torni a parlare di Legge sulla Musica.

E' stata un'assemblea ricca e partecipata quella di AudioCoop tenutasi sabato 11 settembre alll'Alpheus di Roma, in collaborazione con il Mei - Meeting delle Etichette Indipendenti, il circuito del Mei Fest e MediaMusicaItalia. Oltre 70 le realtà presenti, numerosissime le presenze di prestigio: quali AssoMusica
con il Presidente Roberto Meglioli, l'Arci con Carlo Testini, Siae, Imaie con Alessandro Marconi, Sial con Otello Angeli, Sindacato della Comunicazione con Massimo Cestaro, Rai Trade con Mauro Buttinelli, l'Acep con Vincenzo Barbalarga e tanti altri; tanti i messaggi pervenuti per un buon lavoro: quali quelli della Fimi, attraverso il Vice Presidente Mario Limongelli, l' Anem attraverso Giovanni Natale, degli Onorevoli Nando Dalla Chiesa, Giovanna Melandri e e Piero Ruzzante e gli annunci positivi sulle immediate prossime attività: grazie ad un accordo con il Ministero delle Attività Produttive, legato alla promozione per il commercio con l'estero , AudioCoop sarà presente come Punto Italia alle fiere del PopKomm in Germania a fine settembre, del Womex sempre in Germania a fine ottobre e contemporaneamente al Music Works di Glasgow, inoltre AudioCoop sarà presente autonomamente alla fiera della musica indipendente di Manchester con un suo rappresentante.

I lavori sono iniziati con gli interventi della Presidenza - dal Presidente Giordano Sangiorgi, a Luca Fornari e Giulio Tedeschi - che hanno sottolineato il lavoro sempre in crescita, pur se legato solo ed esclusivamente al volontariato, svolto da AudioCoop in questi quattro anni segnalando l'aumentat interesse verso AudioCoop e l'aumento di iscritti per il 2004 essendo diventata AudioCoop, a tutti gli effetti, la terza realtà discografica associativa presente in Italia, dopo Afi e Fimi.

Tra gli obiettivi immediati:
- procedere con il positivo rapporto con la Siae per ottenere un ancora maggiore riconoscimento del lavoro dei suoi associati definendo un incontro per il prossimo Mei 2004 tra Siae e produttori discografici indipendenti;
- chiudere il positivo rapporto avviato con Scf per delegare tale realtà a raccogliere anche per gli associati di AudioCoop le quote dei diritti cosiddetti "generalisti",
- attivare scambi piu' ampi con l'estero, grazie all'accordo con il Ministero delle Attività Produttive ch permette ad AudioCoop di essere presente come Punto Italia alle fiere musicali del Popkomm 2004, che si terrà a fine settembre a Berlino, del Womex, che si terrà a fine ottobre in Germania, e del Music Worls che si terrà sempre a fine ottobre a Glasgow.

AudioCoop, sarà poi presente autonomamente con un suo rappresentante anche alla fiera della musica indipendente di Manchester che si terrà in settembre.

I responsabili di queste attività per AudioCoop sono Luca Stante e Roberta Barberini: attivare e concretizzare rapporti di servizio utili per gli associati per una maggiore e piu' significativa presenza ai festival piu' importanti, per una maggiore e migliori presenza nei nuovi canali di distribuzione della musica - dai grandi distributori del commercio alla telefonia, dall'on line al satellite: a tale proposito sono già in corso accordi con alcune aziende che saranno resi noti tra poco; - sostenere tutti i progetti di distribuzione indipendente che permettono a prodotti di piccole indies e di qualità di poter arrivare ad un piu' ampio pubblico: a tale proposito Alessandro Mazza di Hullaballoo ha presentato positivamente lo stato dei lavori del progetto di MediaMusicaItalia, il coordinamento distributivo attivato da 15 indies che troverà un suo punto di raccordo definitivo al prossimo Mei 2004 - anche se si segnalano già alcuni successi come la vendita del nuovo disco di Enrico Capuano - , e Jonathan Giustini di Storie di Note ha presentato quello di Microstore, due progetti di distribuzione alternativa presentati al Mei 2003 e appoggiati da AudioCoop che faranno il loro successivo punto al Mei 2004 - inoltre, si invita a stringere maggiori rapporti con gli indipendenti della Fimi e tutti gli altri produttori discografici interessati per attivarsi nel rapporto con Impala e per altri progetti utili a tutti gli indipendenti italiani; - tra le altre cose: a mantenere uno stretto rapporto con Demo, che ha certamente dato spazio al lavoro di AudioCoop e delle sue indies; a realizzare un incontro con l'Enpals per approfondire quelle problematiche che ancora oggi portano moltissimi problemi agli organizzataori di eventi live per giovani musicisti emergenti, e non solo; ad attivare un incontro con AssoMusica per valutare iniziative comuni per il Mei e l'attivazione di rapporti costanti tra le piccole indies che svolgono anche attività diretta di booking e promoter; - inoltre, si sollecita la ripresa dei contatti con il Ministero dei Beni Culturali e la Commissione Cultura per una Legge sulla Musica, sempre promessa e mai realizzata, che tuteli, valorizzi e sviluppi la produzione discografica italiana con gli interventi da tempo richiesti.

Si sono succeduti poi numerosissimi interventi.

Luca Stante, responsabile per i rapporti con le istituzioni e per l'estero per AudioCoop, oltre a presentare la presenza nelle tre prossime fiere, ha segnalato l'avvio di un rapporto con le Camere di Commercio di tutto il mondo per promuovere la musica indipendente italiana - a tale proposito si sta lavorando ad un progetto che completi quanto si farà dopo la partecipazione alle tre fiere, l'allestimento di un workshop diretto tra indies italiane e straniere nel pomeriggio del 26 novembre a Faenza, al quale hanno già dato la loro adesione rapprsentanti del Midem e del Womex ed altre adesioni stanno arrivando, il giorno prima del Mei; la realizzazione di una Mei Compilation significativa che serva come biglietto da visita per la produzione italiana per l'estero; oltre ad altri progetti come un sito e altro ancora.

Enrico Capuano ha lanciato l'avvio di "AudioCoop Media", un netowrk regionale, come AudioCoop, con dei punti di riferimetno regionali che valorizzi la realte della radio e delle tv e dei singoli programmi aperti alla produzione indipendente.

Dario Guglielmetti ha presentato per iscritto il progetto AudioCoop Promozione per l'acquisizione di spazi pubblicitari comuni sulle riviste specializzate, Fulvio Pinto sempre per iscritto ha presentato il Progetto Mei Live capace di valorizzare i progetti di tante piccole agenzie di booking, mentre Michele Lionello, Presidente dell'Associazione Mei Fest, e Alessandro Formenti e Leonardo Rebonato, sempre del Mei Fest, hanno presentato un progetto di miglioramento del circuito del Mei Fest che veda: una grande presenza al Mei 2004 brandizzata, la realizzazione di un catalogo e l'attivazione delle informazioni sul sito www.meiweb.it punto di riferimento anche per i festival del Mei Fest, la realizzazione successiva per il 2004/20005 di un Mei Fest Tour e di una Compilation con le band migliori degli oltre 60 festival aderenti provenienti da tutt'Italia, attivare una convenzione del Mei Fest con la Siae che dia vantaggi a tutti i festival, portare a compimemto il progetto del video dei festival. Tutto il progetto sarà poi dettagliato e approfondito meglio in una riunione sul Mei e sul Mei Fest che si terrà prossimamente a Rovigo.

Massimo Visentin ha presentato per iscritto la situazione dei punti di riferimennto regionali di AudioCoop che vede al momento: 7 le referenze regionali ufficialmente costituite attraverso una assemblea, 8 quelle in via di costituzione al quale si aggiungono altre 5 richieste pervenute ad AudioCoop Nazionale per un totale di 20 punti di riferimento regionali che radicano ancora di piu' nel territorio la nostra realtà.

Infine, Fabrizio Brocchieri è intervenuto per sottolineare alcune potenzialità di AudioCoop - un marchio credibile, insieme al Mei, capace di dare valore aggiunto alle proprie singole attività- nel rapporto con i festival, gli artisti e i media. Invita l'associazione a costituire un momento di incontro e di rflessione con i club che sono ancora assenti nel dialgo con AudioCoop. Sarà certamente uno dei prossimi impegni. Tra gli ospiti, meritano una segnalazione per i loro interventi positivi e propositivi: Massimo Cestaro del Sindacato della Comunicazione e del costituendo Sindacato Italiano Artisti Lavoratori che ha proposto un incontro ad AudioCoop per lavorare insieme ad una grande iniziativa pubblica che si terrà il 25 ottobre a Torino per organizzare al meglio tale settore e farlo diventare ancora piu' "pesante" nei rapporti con le istituzioni affinchè si possa attivare un dialogo costante sui temi della legislazione sulla musica, dei diritti dei lavoratori, delle strutture e dei mezzi a disposizione per fare questo.

Una proposta di grande interesse che viene subito accolta da AudioCoop.

Otello Angeli ha poi fatto un intervento di grande interesse dove ha segnalato, tra le altre cose, le modalità per accedere alla richiesta di contributi da parte dei singoli produttori e artisti nei confronti dell'Imaie. Sarà cura di AudioCoop fare pervenire a tutti i suoi Associati le modalità per richiedere di accedere a riaprtizioni a favore degli Interpreti e Esecutori, tutelati dall'Imaie, ogni volta si realizzi una produzione. Infine, Pietro Dall'Oglio, ha presentato il nuovo progetto www.esclusidisanremo.it che l'anno scorso ha ottenuto un grande successo - decine di migliaia di contatti e di voti sul sito con il meglio degli esclusi dal Festival di Sanremo, confermando che sarà sua cura presentarlo al prossimo Mei e cercare insieme partnership per valorizzare artistico che altrimenti rischierebbero di restare per sempre in ombra.

La conclusione è stata affidata al grande entusiasmo di Angelo Carrara, storico produttore discografico italiano, che - oltre a segnalare il grave momento di difficoltà che stanno vivendo tutti i produttori discografici nel nsotro paese- ha ringraziato per il grande lavoro che AudioCoop sta facendo e si è messo a disposizione per favorire, con le sue competenze e conoscenze, quel lavoro che porti AudioCoop a professionalizzarsi e allo stesso tempo a fornire ai produttori storici quei feedback utili a proseguire con professionalità a produrre la grande musica di qualità del nostro paese. A conclusione, una pizzata generale ha concluso con simpatia e amicizia un incontro che è andato al di là di ogni piu' rosea previsione e che ha nuovamente dato una scossa positiva a tutto l'ambiente per proseguire nell'attività di riconoscimento del lavoro delle produzioni discografiche indipendenti.

Arrivederci al Mei 2004 e a tutti i prossimi appuntamenti intermedi!

AudioCoop Nazionale
www.audiocoop.it - tel.0546.24647
cell. 349.4461825 - mailto:info@audiocoop.it

Tag: Meeting Etichette Indipendenti audiocoop

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Top It 2017: i 20 dischi dell'anno secondo Rockit