Riapre il Tunnel di Milano

02/10/2001

Giovedì 4 ottobre il Tunnel inaugura una nuova stagione che si preannuncia ricca di appuntamenti di qualità, con una programmazione quest’anno più orientata al deejaying e alla scoperta di nuovi suoni da club, con un occhio comunque sempre puntato alle nuove scoperte live.

Del resto è da quando è nato (nel 1995) che questo vecchio magazzino della stazione centrale è diventato un punto di riferimento a Milano per tutti gli amanti di musica nuova, diversa, non necessariamente legata ad un mercato o ad un genere di consumo, ma alla qualità e alla creatività, anticipando spesso le tendenze e seguendo sempre la politica di prezzi accessibili, di assenza di selezione all'ingresso, di drink card o area privè.

Nella programmazione di quest’anno si confermano alcuni degli appuntamenti che hanno riscosso particolare successo la scorsa stagione: “The Event”, per tutti gli appassionati di musica hip hop e r’n’b, “Reggae Invaders” selezioni reggae di artisti internazionali e non, molto apprezzati nel loro genere, “Milano ConneXion” ovvero il meglio della musica elettronica italiana accompagnata da special guests stranieri.

Tra i nuovi appuntamenti mensili troviamo “Summit” incontro ai vertici della nuova musica elettronica europea, in collaborazione con dj Painè per una globalizzazione dei suoni intelligenti e poi ancora “Selecta”, l’appuntamento col “lato B” dell’elettronica dove Alessio Bertallot (conduttore di B-Side su Radio Deejay) fa gli onori di casa affiancandosi a dj che viaggiano sulla sua stessa lunghezza d’onda, quella della UK garage e del two step e infine “Noir”, nuovo "laboratorio musicale" dedicato ad esplorare gli orizzonti della musica a cavallo tra dancefloor ed atmosfera: musica d'ambiente, riferimenti retrò della lounge e della bossa-nova, ma anche l'elettronica più elegante, il rare groove e la lentezza visionaria del downbeat. Il tutto accuratamente selezionato da Stefano Ghittoni, con Cesare Malfatti mente del progetto ambient-blues The Dining Rooms, e Nicola Conte, pioniere della musica lounge italiana che ha appena pubblicato in America il suo "Jet Sounds" (SchemaRecords).

Ma il consiglio per il frequentatore del Tunnel è di non abbassare le antenne, appuntamenti fissi a parte, non mancheranno nell’arco di ogni mese incursioni e sperimentazioni live in ambito rock, indie, elettronica e pop raffinato.

La notte di apertura del Tunnel si festeggia con un evento che ben ne rappresenta l'identità e lo spirito, sia per la ricchezza della proposta (dal jazz all'elettronica attraverso live, deejaying e visuals multischermo) che per il rapporto che molti dei protagonisti della serata hanno col Tunnel fin dal 1995. Protagonista il dj/musicista/produttore giapponese Gak Sato che dal 1998 vive a Milano dove è direttore artistico della Temposphere, la divisone di musica contemporanea dell’etichetta Right Tempo, una tra le più attive in ambito new-jazz ed elettronica.

Gak Sato ha collaborato ai dischi di artisti come Kid Loco, Amon Tobin, Piero Umiliani ed altri grandi. Il suo live set, già visto a fianco di Rainer Truby, Gilles Peterson e Pizzicato Five, è l’espressione migliore della sua abilità nel riuscire a ricomporre le influenze più varie unendo basi ritmiche ultramoderne con il calore ed il sapore del jazz.

Il live set di questa sera, con cui Gak ci presenta il nuovissimo album "Tangram", (che esce i primi di ottobre) lo vede alle tastiere, alle percussioni ed al giradishi accompagnato dall'ex Lounge Lizard Steve Piccolo al basso e chitarra e dal fenomenale trombettista Pepe Ragonese, che troviamo anche sul disco di Gak, e che suona regolarmente con Paolo Rossi.

A rendere ancora più completa la serata le selezioni breakbeat, nujazz, hip hop di Painè, anche lui produttore per la Temposphere, ed Astronaughty, aka Dubmaster Spillus, attivissimo da anni nella scena dub ed elettronica italiana, l'anno scorso ha pubblicato un album per Temposphere. Oltre alla musica si occupa di visuals, sarà infatti l’artefice dei visuals multischermo che trasformeranno in immagini le vibrazioni musicali della serata.

Inizio serata: Ore 22.00 - Ingresso: lire 15.000

La seconda serata della nuova stagione del Tunnel parte venerdì 6 ottobre con una novità, Selecta, la one night mensile dedicata alla musica dance direttamente derivata dall’underground inglese, il garage e il two step. Protagonista fisso Alessio Bertallot, mente e cuore di B-Side, la trasmissione che conduce dal 1996 su Radio Deejay e che ha sempre anticipato i tempi accostandosi alle tendenze dell’underground londinese. Ogni puntata di “Selecta” sarà accompagnato da diversi ospiti e il primo fra tutti sarà Ed Case, dj/produttore inglese che in Gran Bretagna ha già riscosso grande successo dalla stampa specializzata e più prestigiosa.

Inizio serata: Ore 22.00 - ingresso: lire 15.000

Il primo weekend del Tunnel si chiuderà sabato 7 ottobre con The Event, che è diventato, nei mesi passati, un evento di nome e di fatto.

I resident djs sono sempre loro, l’accoppiata Dj James – Dj Angel, ben conosciuti nella Milano amante dei ritmi hip hop. E quello che propongono è un dj set all’insegna della parte più festosa della cultura black & soul, con un occhio di riguardo alla colorata scena californiana, alla cultura più “solare” della scena soul e rap, per una serata che si riproporrà per ben due volte al mese, a sabati alternati, al Tunnel.

Nel corso dei prossimi appuntamenti di The Event, sono previsti diversi interessanti guests.

Inizio serata h. 22:00 - ingresso Lit. 10.000

Per informazioni:
Tunnel Uscita Nuovi Suoni
Via Sammartini 30 - Milano
Tel. 02.66711370
e-mail info@uscitanuovisuoni.com
www.uscitanuovisuoni.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    I Kasabian hanno pensato di rimandare una data del tour per il Derby della Lanterna