I Riserva Moac a Sanremo

10/12/2004

I RISERVA MOAC vincitori del Premio Una Canzone per Amnesty alla settima edizione del Concorso VOCI PER LA LIBERTA' sono tra sei finalisti dell'Accademia della Canzone di Sanremo.

Venerdì 3 dicembre sono stati nominati i sei finalisti dell'Accademia della Canzone di Sanremo: ai solisti o gruppi giunti a questa fase della selezione non rimarrà che affrontare la finalissima - in programma per il prossimo 13 dicembre a teatro Ariston - che decreterà in via definitiva i 3 partecipanti alla prossima edizione del festival di Sanremo.

Al riconoscimento dei finalisti ha lavorato la Commissione Artistica della Fondazione, composta da Roberto Molinelli, Libero Venturi, Paolo Ponziano Ciardi, Franco Zanetti (direttore di Rockol) e dal Maggiore Leonardo Laserra Ingrosso. Inoltre, durante le ultime fasi del concorso, hanno preso parte ai lavori, in veste di osservatori, anche rappresentanti delle associazioni discografiche FIMI, AFI e AUDIOCOOP.

Questa notizia è indubbiamente positiva per il Concorso Voci per la Libertà, per l'Associazione MEI Fest e per tutto il movimento indipendente italiano, i RISERVA MOAC sono l'unica band selezionata dalla Commissione Artistica e se nella serata di Lunedì 13 Dicembre dovessero riuscire ad entrare tra i 3 partecipanti alla prossima edizione del festival di Sanremo sarebbe davvero una vittoria di tutto il movimento indipendente italiano.

L'ultima esibizione dei RISERVA MOAC è stata sabato 27 novembre al Meeting delle Etichette Indipendenti di Faenza in un travolgente show-case in rappresentanza di Voci per la Libertà e dell'Etichetta UPR.

Il MEI Fest (l'associazione dei Festival per emergenti italiani) è orgogliosa che una band proveniente dal vero grande vivaio musicale giovanile italiano possa rappresentare ad un vasto pubblico la vera musica che nasce dal basso, la musica che proviene dal cuore e dalla mente dei giovani.

La "RISERVA MOAC" è un collettivo folk-over mosso dal desiderio di trovare una nuova espressione della "sonorità tradizionale" mediante una miscela di peculiari caratteristiche ritmiche, stilistiche e letterarie che spesso si spingono al di là di una mera evocazione folk.

Alla base di tutto c'è una scelta minimale di creare un sound basato principalmente sulla forza di strumenti acustici come zampogna, ciaramella, fisarmonica o la sezione degli aerofoni, fatti letteralmente incidentare con ritmi e strumenti provenienti da più parti del mondo e con basso, chitarra, batteria e suoni elettronici che hanno il compito di traghettarci nell'attualità e creare quelle sonorità che la realtà musicale moderna ci offre.

La band Riserva Moac è stata inserita con il brano "Ungaretti" nella compilation Sulla Memoria uscita per AudioCoop il 17 gennaio 2004 e promossa da Materiali Sonori e sulla quale si sta lavorando per la ristampa.

Il 19 gennaio 2005 è invece prevista l'uscita nei negozi della compilation "Voci per la Libertà - Una Canzone per Amnesty 2004" compilation nella quale i Riserva Moac compaiono con due brani, "Ungaretti" e "Di vedetta sul mondo".

Per il prossimo anno è poi previsto l'album d'esordio con l'etichetta UPR Folkrock.

www.riservamoac.it
www.vociperlaliberta.it
www.meiweb.it
www.rockit.it/meeting
www.audiocoop.it

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è "Ossigeno", il nuovo programma di Manuel Agnelli