Santeria rallenta ma non chiude

29/09/2004

Era apparsa ieri su ROCKIT ( www.rockit.it/pub/n.php?x=6374 ) la notizia - tratta da una newsletter dei Gea - secondo cui l'etichetta discografica Santeria stesse lentamente chiudendo. Ebbene, ad un giorno di distanza arriva, proprio da Gabriele Giustini di Audioglobe, la smentita: la label non sta chiudendo, bensì rallenta solamente la propria attività. Più sollevati, pubblichiamo il comunicato stampa.

"Vorremo rettificare e chiarire alcune voci che stanno circolando in rete a seguito di una newsletter dei Gea. L'etichetta Santeria non cessa l'attività ma la rallenta notevolmente, concedendosi degli abbondanti momenti di stand-by. L'etichetta non ha preso "il colpo di grazia" (citiamo testualmente dal forum di Rockit) dai Perturbazione, perchè la separazione è maturata al momento in cui le decisioni riguardo all'etichetta erano già state prese (certo li avremmo tenuti volentieri, ma se loro sono contenti così, lo siamo anche noi).

Essendo l'etichetta (Santeria) nata all'interno di una distribuzione (Audioglobe) stiamo trovando delle difficoltà a conciliare le tempistiche dell'etichetta con quelle della distribuzione e, vista la perdurante crisi del mercato (generale, non solo discografico), non ce la sentiamo di aver più personale che lavora all'etichetta. Il buonsenso ci ha consigliato di rallentare un po' il ritmo prima di scontentar persone o affrontare problematiche di carattere economico. Un periodo di stand-by più che una chiusura effettiva.

In questi giorni usciranno "Una Canzone Senza Finale" di Stefano Giaccone & Mario Congiu e "Vietato Morire" il nuovo album di Andrea Chimenti. Per l'inizio del 2005 è previsto l'esordio di Offlagadiscopax, i vincitori dell'ultima edizione del Rock Contest, poi inizierà il nostro periodo sabbatico.

Usciranno su Santeria sicuramente altri album di Paolo Benvegnù e Gatto Ciliegia Contro Il Grande Freddo, ma per il resto di certezze non ce ne sono.

Detto questo, incitiamo tutti a comprare qualche CD ogni tanto e a masterizzare quanto vi pare perchè più i gruppi diventano conosciuti e più contenti siamo.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Wilma De Angelis canta "Non è per sempre" degli Afterhours