Se X-Factor comprasse la EMI...

28/01/2011

Come noto, la prestigiosa casa discografica britannica è sempre più in affanno. Nonostante i buoni risultati annuali, la major è sepolta da debiti i cui soli interessi bancari sarebbero un fardello difficilmente sopportabile da chiunque.

Dopo i disastrosi investimenti del suo proprietario Guy Hands, che la aveva acquistata per 4.2 miliardi di dollari, la EMI è ormai in mano alla banca Citigroup. L'unico interesse del colosso finanziario è però rientrare del suo credito, pertanto la grande svendita sembra oggi l'unico rimedio possibile.

Lo stesso Guy Hands potrebbe "ricomprarsi" la EMI, convincendo gli investitori della sua Terra Firma a iniettare ulteriore denaro, ma l'ipotesi appare difficile, molto più probabile che la major venga acquistata dal altri, magari dopo essere stata macellata in tanti pezzi.

Oltre alle sorelle-competitor Warner, Sony e Universal, apparentemente ben disposte a cannibalizzare il vasto catalogo della EMI, ma frenate dall'Antitrust, dagli Stati Uniti, attraverso il Wall Street Journal, rimbalza la voce clamorosa che Simon Cowell potrebbe essere uno dei potenziali offerenti.

Figlio proprio di un dirigente della EMI e oggi grande uomo d'affari nel settore dell'intrattenimento, il britannico Simon Cowell è per milioni di persone il giudice di X-Factor, lo show da lui stesso concepito e prodotto (insieme ad programmi come Pop Idol e America's Got Talent) con la sua casa di produzione Syco.

La cifra richiesta per l'acquisizione si aggira intorno ai 2 miliardi di euro, somma che consentirebbe di salvare la EMI e rilevare un catalogo tra cui figurano centinaia di artisti come Frank Sinatra, Radiohead, Deep Purple, David Bowie, Genesis, Smashing Pumpkins, Vasco Rossi, Tiziano Ferro e... Amor fou.

Certo, nell'era in cui l'industria discografica si è fatta dominare dai reality, la possibilità che sia proprio l'ideatore di X-Factor a salvare la EMI ha il sapore di una nemesi.

Tag: etichette talent show

Commenti (1)

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati