L'Italia della musica è uscita dalla crisi: i dati Siae sui primi sei mesi del 2016

via www.manfredonianews.it - via www.manfredonianews.it -
15/12/2016 11:25 di

Come di consueto, prima che l’anno finisca, la Siae tira le somme sul primo semestre del 2016. Il trend è positivo: se il 2015 ha rappresentato l’uscita dell’Italia dalla crisi, i primi sei mesi di quest’anno fotografano una clima di stabilità e ci dicono che gli italiani non rinunciano a spendere per gli eventi culturali nel loro tempo libero.

Dei quatto settori principali, cinema, teatro, musica dal vivo e sport, inaspettatamente è proprio quest’ultimo a segnare una flessione negativa nei consumi e un volume d’affari che diminuisce del 6,39%. Il teatro è il settore con il migliore risultato in assoluto con una crescita del volume d’affari del 17,03%, seguito dal cinema (+14,88%) e dai concerti (+5,18%).



Andiamo nello specifico sulla musica: rispetto allo stesso periodo del 2015, la Siae ha registrato quest’anno un aumento del numero generale degli spettacoli e degli ingressi, rispettivamente +2,47% e +7,69%. Gli italiani hanno speso il 4,59% in più rispetto all’anno scorso mentre il prezzo medio del biglietto è leggermente calato, -1,65% per la Classica, - 3,51% per la musica leggera, -4,88% per il jazz. 

Come era più che prevedibile, Vasco Rossi è in testa alla classifica dei primi dieci concerti di musica leggera campioni d’incasso al botteghino con il suo live allo Stadio Olimpico di Roma - lo scorso il 26 giugno - e occupa complessivamente le prime quattro posizioni con altre sue date nello stesso mese, sempre nella capitale. Nella top ten del teatro alla prima posizione c’è “Notre Dame de Paris”, scritto da Luc Plamondon e messo in musica da Riccardo Cocciante. Per la lirica, al primo posto la "Traviata" di Giuseppe Verdi, andata in scena al Teatro La Fenice di Venezia.


(via)

Tag: siae concerti

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Abbiamo visto in anteprima "Fabrizio De Andrè - Principe Libero"