La SIAE pubblica online un libro bianco sul fenomeno del secondary ticketing

via Billboard - Secondary ticketingvia Billboard - Secondary ticketing
11/04/2017 11:54 di

Il problema del secondary ticketing è purtroppo sempre più diffuso, tanto da diventare oggetto di un provvedimento legislativo. Per questo, la SIAE ha deciso di pubblicare online oggi un libro bianco riguardo a questo fenomeno, realizzato grazie anche alle segnalazioni fatte all’indirizzo e-mail nosecondaryticketing@siae.it.  

Il Direttore Generale della SIAE, Gaetano Blandini, afferma: “La raccolta di queste informazioni, insieme alle rilevazioni ed ai controlli che operiamo costantemente, ci hanno permesso di tracciare un quadro molto esaustivo del fenomeno del bagarinaggio. Le oltre 600 email pervenute in poco più di un mese, i confronti con singoli spettatori e gruppi impegnati a denunciare questo fenomeno, hanno contribuito ad arricchire di contenuti anche gli spunti per contrastare o, quantomeno, contenere gli effetti distorsivi di questa vera e propria piaga che rappresenta un freno inaccettabile alla crescita economica oltreché alle opportunità di lavoro nel settore dello spettacolo e della cultura”. 


Nello specifico, questo libro approfondisce i meccanismi e le dinamiche tipiche di questo mercato, legate il più delle volte a messaggi ingannevoli per attirare gli acquirenti su siti web che si occupano della vendita in maniera non ufficiale. Più difficile da controllare è ovviamente il singolo utente che tenta di rivendere biglietti a prezzi eccessivi sui social, pratica anch’essa ormai molto diffusa.

Al Libro bianco è inoltre allegato il documento presentato da SIAE in audizione presso la VII Commissione Cultura di Camera e Senato, il 2 febbraio 2017, nell’ambito dell’indagine conoscitiva sulla bigliettazione dello spettacolo dal vivo. Il libro è scaricabile qui.

Tag: libro secondary ticketing

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arriva a Bologna il biglietto sospeso per chi non può permettersi un concerto