SIAE: non ci sarà nessuna commissione d'inchiesta sulla gestione?

Naufragata la possibilità di avere una commissione d'inchiesta sulla SIAENaufragata la possibilità di avere una commissione d'inchiesta sulla SIAE
08/10/2012

Settimana scorsa abbiamo scritto dell'enorme debito contratto da SIAE nei confronti dei propri associati. Un debito ormai oltre il miliardo di euro, cifra che ha fatto gridare allo scandalo e che, giustamente, richiede attente verifiche per capire come si è arrivati a tale situazione. Alla fine di quella news, accennavamo al fatto che fosse in arrivo una commissione d'inchiesta, per appurare le responsabilità.

Una conseguenza ovvia, scontata. E invece no. In un pezzo pubblicato venerdì, Linkiesta rivela che in realtà la commissione d'inchiesta sarebbe naufragata. I motivi non sono chiari. L'indagine conoscitiva si è conclusa da diversi mesi e a marzo i membri della commissione hanno proposto di istituire una vera e propria commissione d'inchiesta.

Su quello che è successo dopo, ci sono due versioni: c'è chi accusa i parlamentari coinvolti di avere subito pressioni per evitare di modificare lo status quo e c'è poi la versione di alcuni membri della commissione stessa, che affermano che la situazione è talmente precipitata da rendere inutile una commissione d'inchiesta.

Sullo sfondo, l'imminente fine della legislatura, con conseguente rinvio di mesi di ogni tentativo di indagine parlamentare sul mondo SIAE. Di soluzioni e rimedi, ovvio, neanche a parlarne.

Tag: siae

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    Pannello