La SIAE ricompensa gli associati Audiocoop

21/08/2003

Comunicato Stampa

La Siae ha ripartito i compensi di copia privata audio dell'anno 2001 anche agli associati AudioCoop - Sono arrivati 12.727,18 euro per 34 realtà discografiche riconosciute come aventi diritto grazie ad AudioCoop!

La Siae ha scritto ad AudioCoop e a tutte le indies ad esso collegate alle quali è stato riconosciuto dalla Siae stessa il diritto ad entrare a far parte delle operazioni di ripartizione dei compensi per copia privata audio relativi all'anno 2001. Sono stati erogati 12.727,18 euro per 34 realtà discografiche. Precisamente a: Arte Nomade, Audioglobe, Auditorium, Cni, Crotalo, Cyc Promotion, Doc Servizi, Down Beat, Ecamlab, Eccher, Edizioni 3ntini, Fridge Italia, Gamma Pop, Nicolo' Gasparini, Gridalo Forte Onlus e Srl, Hi-Com, Il Manifesto, Italvox, MAP, Materiali Sonori, Minus Habens, Musica Maxima Magnetica, Nemesi, Nuovi Equilibri, Rodi, Sonorika, Sound on Sound, Storie di Note, Studiottanta - Fortuna, Tratti, Tube, Twilight, Urtovox. Si tratta della prima azione di AudioCoop a favore delle realtà discografiche indipendenti per la ripartizione di diritti cosiddetti "generalisti" andata a buon fine e che vede riconosciuto il ruolo dell'associazionismo, in questo caso, a favore di ogni singola realtà produttiva che si vede arrivare, grazie all'interessamento e all'accreditamento di AudioCoop presso la Siae, una quota delle operazioni di ripartizione dei compensi per la copia privata audio relativa al 2001 che forse altrimenti sarebbero andati perduti. Invitiamo tutti a proseguire in un lavoro comune -nel rapporto con la Siae- per ottenere altri importanti e significativi risultati come questo che possano essere utili per tutto il movimento indies ed emergente.

Per tutte le informazioni:
AudioCoop Nazionale
Tel. e Fax. 0546.24647
mailto:audiocoop@lamiarete.com

Tag: audiocoop

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc