Un bellissimo video d'epoca dello Studio di Fonologia Rai di Milano

via Fardrock - Studio di Fonologia Raivia Fardrock - Studio di Fonologia Rai
06/04/2017 11:39 di

Lo Studio di Fonologia Rai di Milano venne inaugurato nel 1955 in Corso Sempione da Luciano Berio e Bruno Maderna (su progetto di Alfredo Lietti e con la collaborazione del tecnico del suono Marino Zuccheri), per dedicarsi a esperimenti di musica concreta e musica elettronica. Con la nascita di questo centro, l’Italia divenne il terzo polo per le sperimentazioni a livello europeo, insieme al WDR, “Studio fur Elektronische Musik” di Colonia e al Groupe de Recherche di Parigi, e ospitò i lavori di artisti come Franca Sacchi e altri pionieri della musica elettronica italiana.


Dotato di apparecchiature all’avanguardia, lo studio nacque principalmente per due scopi: produrre musica sperimentale e realizzare materiale ad uso mediatico (commenti e colonne sonore per radio, cinema e televisione). Lo Studio era frequentato dalle maggiori e più innovative personalità musicali del tempo, da Luigi Nono a John Cage, ed era fornito dei più avanzati macchinari per l'indagine sul suono. Oscillatori, mescolatori elettronici, magnetofoni, generatori di suono bianco, modulatori ad anello, un Onde Martenot e pannelli di permutazione: la convivenza fra tradizione e nuove tecnologie rendeva lo Studio RAI di Milano un ambiente ricco di interessanti potenzialità.

Come disse lo stesso Berio, “lo Studio di Fonologia è il risultato di un incontro fra la musica e le possibilità dei nuovi mezzi di analisi e di trattamento del suono”. Chiuso nel 1983 e smantellato nel 1987, rimane un archivio che comprende circa 400 nastri audio da 1/4 di pollice a 1 o 2 tracce e nastri da 1 pollice a 4 tracce, registrati con tecnica analogica, per un totale di oltre 200 ore di musica.

Tag: musica sperimentale

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Com'è Brunori Sa, il nuovo programma di Dario Brunori su Rai 3