“Spinga signora spinga” è la nuova rubrica di Rockit per Stereonotte: ascolta il podcast della prima puntata

Spinga signora spingaSpinga signora spinga
10/11/2017 10:23

Ieri sera, all’interno dello storico programma Stereonotte di Radio1 Rai, è andata in onda la prima puntata di una nuova rubrica a cura di Rockit: si tratta di “Spinga signora spinga”, uno spazio dedicato alla scoperta di nuovi artisti da seguire. "Spinga signora spinga" è una storica rubrica di Rockit, pubblicata una volta l'anno in dicembre, in cui segnaliamo le novità più interessanti e gli artisti su cui puntare per l'anno successivo. Nei 20 anni di storia di Rockit, con "Spinga signora spinga" abbiamo segnalato alcune delle realtà più importanti della musica italiana, prima che divenissero importanti: Cosmo, Any Other, Calcutta, Clap! Clap!, Lucio Corsi, Willie Peyote, Joan Thiele, Wrongonyou, Sfera Ebbasta e tantissimi altri.

Grazie al supporto di Stereonotte e della conduttrice Silvia Boschero, "Spinga signora spinga" diventa una rubrica settimanale, in onda il giovedì notte, in cui le voci più giovani di Rockit, Pietro (21 anni) e Vittorio (19 anni) racconteranno nuovi brani appena pubblicati e nuovi artisti da seguire.

Nella puntata andata in onda ieri, Vittorio ha segnalato i Joe Victor, band romana che ha da poco pubblicato il secondo album “Night Mistakes”, Federica Abbate, autrice di grandissimi successi e ora pronta a pubblicare il suo primo ep e infine gli Hit-Kunle, che hanno esordito lo scorso settembre con “In the Pot”. Ascoltate il podcast qui (dal minuto 14:50) per scoprirne di più, e continuate a seguirci ogni giovedì su Stereonotte.



(Clicca sull'immagine per ascoltare la puntata)

Inoltre, come ricordato da Silvia Boschero, quest’anno Rockit compie vent’anni, e vi aspettiamo il 30 novembre all’Apollo Club di Milano per festeggiare insieme questo importante traguardo.

Tag: spinga signora spinga radio rubrica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Arrivano gli “Oreo Vinyl”, i biscotti che puoi ascoltare su un mini giradischi