Spotify apre tutto: ecco quanto paga e le classifiche dei più ascoltati

Ecco quanto hanno incassato 40 artisti italiani su SpotifyEcco quanto hanno incassato 40 artisti italiani su Spotify
04/12/2013 18:25 di

A ragione o a torto, Thom Yorke, David Byrne e tutti gli altri musicisti arrabbiati con Spotify hanno provocato un cambiamento nel servizio di streaming. Un cambiamento che assume la forma di un sito interamente dedicato agli artisti: spotifyartists.com

Nel sito si trova una sezione classifiche e una spiegazione esaustiva di tutto il mondo di Spotify: dal numero di account premium sottoscritti al peso di ciascuno in termini economici, fino al modello di business del servizio.

Nel sito si scopre che Spotify trattiene circa il 30% dei ricavi, girando il 70% ai detentori dei diritti sui brani. Quel 70% viene poi ripartito tra l’editore e l’artista, in base agli accordi che intercorrono tra questi. Se l’artista non ha un editore, incassa tutto il 70%.

Spotify mette poi fine a tutte le voci su quanto paghi per ogni clic ai detentori dei diritti. La cifra, dichiara il servizio svedese, si aggira tra 0,006 e 0,0084 dollari.

Abbiamo provato a fare qualche conto in tasca ai musicisti italiani, prendendo 0,007 dollari come cifra media e andando a cercare quanti play hanno fatto registrare le canzoni più ascoltate di alcuni artisti. Si tratta ovviamente di una classifica senza pretese di esaustività, che va a calcolare quanto dovrebbero avere incassato i detentori dei diritti di una canzone, da quando è stata caricata su Spotify. Non sono le canzoni più ascoltate in assoluto su Spotify, ma 40 canzoni italiane rappresentative di vari generi. (Dati aggiornati al 4 dicembre 2013)
 

ARTISTACANZONEPLAYEURO
Fedez Cigno Nero 1.032.931 5.322
Max Gazzé Sotto casa 823.683 4.244
Jovanotti Ti porto via con me 540.857 2.786
Franco Battiato Voglio vederti danzare 494.557 2.548
Max Pezzali L'universo tranne noi 477.542 2.460
Vasco Rossi Albachiara 450.796 2.323
Ligabue Certe notti 353.655 1.822
Emma Dimentico tutto 351.541 1.811
Moreno Che confusione 340.464 1.754
Clementino O' vient 306.329 1.578
Modà Come un pittore 289.955 1.494
Fabri Fibra Tranne te 272.339 1.403
Elio e le storie tese La canzone mononota 232.324 1.197
Subsonica Tutti i miei sbagli 217.395 1.120
Negramaro Sei 192.488 992
Mannarino Me so' mbriacato 167.085 861
Gué Pequeno Rose nere 155.779 803
Dargen D'Amico Bocciofili 144.220 743
Levante Alfonso 134.427 693
Baustelle La guerra è finita 113.457 585
Marta sui Tubi Dispari 112.663 580
Afterhours Non è per sempre 109.168 562
Ministri Comunque 95.236 491
Tre allegri ragazzi morti La mia vita senza te 83.200 429
Salmo La prima volta 73.042 376
Emis Killa Vampiri 69.010 356
Lo Stato Sociale Mi sono rotto il cazzo 64.421 332
Brunori SAS Come stai 63.543 327
Le luci della centrale elettrica Quanto tornerai dall'estero 58.508 301
Verdena Trovami un modo semplice per uscirne 52.687 271
Dente Buon appetito 51.932 268
Selton Piccola sbronza 34.742 179
Appino Il Testamento 27.712 143
Punkreas Aca toro 26.352 136
I Cani Come Vera Nabokov 24.966 129
Il teatro degli orrori La canzone di Tom 21.264 110
Aucan Red Minoga 17.949 92
Dimartino Non siamo gli alberi 17.808 92
Gazebo Penguins E' finito il caffè 13.167 68
Iori's Eyes Something's comin' over me 12.969 67

 

Tag: classifica spotify

Commenti (21)

Carica commenti più vecchi
  • ZionPowered 05/12/2013 ore 12:37 @zionpowered

    Fausto Nasca Pirrello 5k per un brano sono tanti anche per Fedez. in un disco di 10-12 brani costato intorno ai 20-30k. ogni brano ti è costato 2-3k. A quei livelli rende più Spotify che non la SIAE grandi maestri della distribuzione dei diritti...

  • flaviolucci 05/12/2013 ore 15:28 @flaviolucci

    Fulvio82 su questo hai ragione, spotify tende ad essere ascoltato molto per i brani nuovi, tra l'altro di molti gruppi indipendenti fino a qualche mese fa non erano disponibili tutti i dischi (Dente, il TDO e gli Zen Circus per esempio li hanno messi da pochissimo, mi ricordo che questa estate c'erano solo due o tre canzoni o al massimo un disco).
    Diciamo che la "moda" di spotify è esplosa seriamente solo da un 4/5 mesi.
    Ma per me rimane comunque molto strana come classifica.
    In molti casi non torna minimamente con i click su youtube e con la fama oggettiva della band/cantante.
    Mancano o sono in fondo alla classifica gruppi che dal vivo ho sempre visto in locali sold out, e compaiono 3/4 gruppi che di media (almeno, quando li ho visti io) avranno fatto si e no 100 paganti.

  • Marco Villa 05/12/2013 ore 16:45 @quid

    flaviolucci Come scritto nell'articolo: "Non sono le canzoni più ascoltate in assoluto su Spotify, ma 40 canzoni italiane rappresentative di vari generi."

  • ZionPowered 06/12/2013 ore 09:32 @zionpowered

    però non sta manco un gruppo World :D...

  • flaviolucci 06/12/2013 ore 21:09 @flaviolucci

    Beh, ZionPowered, quando la Siae vuol funzionare funziona nella distribuzione dei diritti. Solo che come si sa, vanno tutti ad una trentina di nomi.
    L'anno scorso parlai con il cantante di un gruppo tra i più grossi a livello indipendente.
    Mi dicevano che magicamente il loro assegno semestrale era praticamente uguale a quello che prendevano 10 anni fa, quando facevano un quinto delle date e praticamente non avevano passaggi radio e video. Di dischi poi, crisi del cd a parte, ne vendevano un quarto.
    Eppure di media si vedevano entrare SOLO 500/700 euro in più rispetto ad anni prima.
    Questo discorso è venuto fuori con altri due gruppi praticamente allo stesso livello.
    Ora, la siae mi dovrebbe spiegare come è possibile che una band che fa 80/100 date ogni anno, ha passaggi radio in stazioni piccole ed anche grosse (RAI e Virgin) e vende 5000 copie, possa avere un assegno semestrale di 1500, MASSIMO 2000 euro (solo nel semestre in cui arrivano i soldi del periodo di uscita dell'album).
    Poi, come per magia ci sono cantanti che prendono fino a 500.000 euro a semestre. E chiaramente non hanno un potenziale di vendite, live e passaggi radio 400/500 volte superiore ai gruppi precedenti.
    Follia pura.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati