La statua di cera di Stefano D'Orazio è gialla

19/10/2011

Vi avevamo parlato qualche giorno fa dell'ingresso di Stefano D'Orazio nel Museo delle Cere di Roma (qui: goo.gl/dLO5b). L'ormai ex batterista dei Pooh al fianco di Dante, Puccini e Hitler. Non fa una piega.

Dopo giorni di fremente attesa, la statua è finalmente stata inaugurata. Ha la pelle gialla e il polso sinistro piegato in modo del tutto innaturale, ma Stefano D'Orazio è comunque contento: «Nel Museo di Roma, come a New York e a Londra, ci sono delle sezioni dedicate ai contemporanei in vita e non solo a quelli che decidono le sorti del mondo, ma anche a coloro che più semplicemente ne raccontano le emozioni. Essere stato immortalato accanto a dei nostri grandissimi come Ligabue, Pavarotti, Bocelli e Zucchero, è certamente gratificante, anzi credo che mi monterò sicuramente la testa! Mi sono andato a vedere qualche giorno fa e devo dire che mi sono fatto impressione. Le tecniche ed i materiali che sono stati usati per realizzare la nuove statue del Museo, credo vengano dal cinema e somigliano incredibilmente ai soggetti originali, dalla pelle, ai peli nel naso, alle unghie, insomma dei veri replicanti».

Qualcuno, però, dica a Stefano D'Orazio che Pavarotti è morto.

Per info:
www.rockit.it/news/15002/stefano-dorazio-dei-pooh-nel-museo-delle-cere
www.museodellecere.com

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Chiude negli Stati Uniti l’ultima fabbrica di compact disc