Stop alla musica libera su AUDIOGALAXY.COM

26/06/2002

=======================
Articolo tratto dalle news di Yahoo.It
=======================

Case discografiche, autori ed editori hanno annunciato negli Usa di aver stipulato un accordo legale con Audiogalaxy.com, servizio Internet per la condivisione di contenuti, per bloccare accessi non autorizzati alla musica in rete e fornirli a pagamento, in un modo non ancora specificato.

Nel maggio scorso la Recording Industry Association of America, potente associazione di etichette discografiche, e la National Music Publishers Association, che rappresenta gli editori, avevano fatto causa ad Audiogalaxy presso una corte federale di New York. Nella causa, discografici ed editori accusavano Audiogalaxy di incoraggiare e facilitare l'accesso di milioni di navigatori in Rete a musica protetta da diritti d'autore.

I dettagli dell'accordo stipulato non sono stati resi noti ma come parte dell'intesa, Audiogalaxy, che ha sede ad Austin, in Texas, ha accettato di installare filtri alle canzoni che si possono trovare sulla sua rete e di rispettare i diritti d'autore, secondo quanto hanno spiegato le case discografiche.

Audiogalaxy ha anche acconsentito a pagare una cifra forfettaria a editori e case discografiche per risolvere velocemente il caso.

Al momento nessun rappresentante di Audiogalaxy, uno dei sistemi d'accesso alla musica in rete più trafficati dalla chiusura di Napster, è stato disponibile per un commento.

"Questo deve suonare come monito per tutte le reti che facilitano la registrazione non autorizzata di musica", è stato invece il parere espresso da Hilary Rosen, presidente di RIAA.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati