Streaming digitale: superato il miliardo di dollari di royalties

20/06/2012

$treaming killed the radio $tar.

Dopo quasi quindici anni di lotte furiose, con eserciti di avvocati ad inseguire i siti web, la musica digitale sta dimostrando di poter essere una fonte di ricavi naturale per gli artisti sotto molti punti di vista.

In una intervista rilasciata da SoundExchange, la maggiore organizzazione che gestisce pagamenti online per gli streaming audio, è stato annunciato che i profitti girati agli artisti hanno appena superato la barriera di 1 miliardo di dollari a partire dall'anno 2000. Il valore è riferito ai ricavi provenienti in gran parte da streaminng, quindi internet radio, servizi di streaming con banner, subscription, mobile. 

Grazie alla possibilità di monitorare in tempo reale tutti gli streaming, ogni centesimo di royalties è stato attribuito all'artista avente diritto. Una ripartizione puntale a tutti i singoli artisti, dal più famoso al più sconosciuto, la cui musica è stata utilizzata in ambito commerciale. 

Secondo le stime, presto i ricavi digitali degli streaming, potrebbero superare i ricavi della radiofonia tradizionale,  ampliando però la base di artisti a cui viene distribuito denaro, superando al tempo stesso gli squilibri delle ripartizioni tradizionali che spesso vedono una redistribuzione forfettaria o comunque con margini di discrezionalità sbilanciata verso i grandi artisti. 

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati