Ecco l'incredibile controller in grado di riprodurre ogni strumento musicale possibile

strumento controller incredibilestrumento controller incredibile
09/03/2015 12:07 di

Esiste uno strumento capace di sostituire tutti gli altri. Si chiama “Instrument 1” ed è un controller che, all'occorrenza, può diventare una chitarra, un pianoforte, una tastiera, un violino, un mixer per dj o moltissimo altro ancora. L'ha inventato Mike Butera durante il suo dottorato in Studio del suono all'Università di Roanoke, Virginia.

L'idea di partenza è stata semplice: mancava uno strumento musicale che fosse completamente multiuso e Butera ha provato a trovare una soluzione. Quattro anni fa ha costruito il primo prototipo e lo scorso martedì è stata lanciata una campagna crowdfunding per produrlo in larga scala. La campagna ha superato il suo obbiettivo di 75,000 dollari in meno di sei ore, oggi sfiora i 650,000 $.

“Instrument 1” può essere collegato ad un iPhone, ad un PC, ad un Mac o ad un iPad e dialoga perfettamente con programmi come GarageBandAnimoog. Può essere usato sia dai musicisti alle prime armi, sia da quelli professionisti. È talmente versatile da poter essere diviso in più parti e permettere a chi lo suona di gestire più strumenti contemporaneamente (ad esempio: metà della tastiera può riprodurre una chitarra e l'altra metà il basso) oppure imitare alla perfezione tutti i possibili effetti che si possono ottenere su un violino. I modi di utilizzo sono praticamente infiniti.

Ecco un video che vi spiega ancora meglio come funziona “Instrument 1”. Tutti i modelli acquistati durante la campagna saranno spediti a partire dal primo gennaio 2016.

via

Tag: tecnologia strumenti

Commenti (4)

Carica commenti più vecchi
  • Renzo Stefanel 12/03/2015 ore 23:19 @re

    Mostruoso e fantastico!

  • Michele Picaro 13/03/2015 ore 15:03 @michele.picaro

    Uno strumento che
    NON E' una chitarra
    NON E' una tastiera
    NON E' un pianoforte
    NON E' una tromba
    etc. etc.
    Si...uno lo compra come giocattolo al figlio ma poi al concerto suonerà la chitarra, il piano etc. etc.
    Il motivo è che lo strumento è una questione fisica. Le corde sotto le mani, i tasti, il bocchino avanti alla bocca dentro cui soffiare.
    A parte il fatto che il suono sarà sempre generato via midi e non la vibrazione di una corda.
    Secondo me non avrà nessun successo, mi spiace per lui.

  • carlo salza 13/03/2015 ore 17:39 @lunatride

    Anche io non so quale uso possa avere su un palco. Magari potrebbe sorprendere, potrebbe essere divertente per fare un po' di spettacolo. Certo potrebbe anche risultare un buon surrogato dello strumento reale in una versione "da viaggio", viste le dimensioni ridotte, e per memorizzare idee quando si è distanti da strumenti ingombranti e da dispositivi per la registrazione...Tutte le sue possibilità di successo, ovviamente, stanno sia nella qualità del campionamento dei suoni che in una riproducibilità dei vari strumenti che avvenga rispettando in maniera fedelmente realistica anche la manualità d'esecuzione. Probabilmente, in questo senso, alcuni strumenti sono troppo diversi per forma e per uso da questo "super-midi", il che potrebbe pregiudicarne di molto un utilizzo pratico almeno per quei musicisti. Certo è un gran bel giocattolo. Non lo chiamerei ancora "strumento", però. Piuttosto un avatar.

  • Howl Jordan 14/03/2015 ore 16:33 @gio_matto90

    A me sembra una figata, e lo userei pure sul palco... Per chi suona musica elettronica e produce musica synth pop/ rock e altre nel genere, può essere una bella alternativa alla solita keyboard :)

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati