Meno bikini più cetacei: "Balene per me" è il nuovo pezzo dell'estate di Giovanni Succi

I tormentoni estivi sono tutti bikini e gelati? No, ve lo dice il nuovo brano di Giovanni Succi
22/06/2018 12:21

"L’estate 2018 è cominciata, è ufficiale, l’ha detto la tele. I tormentoni son già tutti fuori. Che belli. Ecco il mio, ti piace? Te lo racconto o anche no? – Vai! – Dunque ci son ‘ste tipe in bikini che leccano cornetti… – Ma quella era Remo! – Ah già, mi son confuso. No, questa volta qui si parla di cose di un certo peso. – Tipo? – Cetacei. Grossi cetacei."

Giovanni Succi

Che bella cosa l'estate. Forse, forse non per tutti, forse non sempre. Giovanni Succi pubblica oggi "Balene per me", in uscita per La Tempesta Dischi su tutte le piattaforme digitali e su La Barberia Records in VINILE 7” in edizione limitata (lo trovi a questo link). Ma soprattutto "Balene per me" è il nuovo pezzo dell'estate per chi non ci sta a stare in mezzo alla mischia, per scelta o perchè è successo così.

Quello che racconta Succi è esattamente questa cosa quì, l'estate come stagione degli eterni ragazzini, dei bikini, dei cornetti e delle persone sempre felici, sempre belle sempre in vacanza. Esiste un momento, sia anche solo quell'estate da bambini in colonia, in cui questa cosa è vera per tutti. Poi cominci a dover prepare gli esami con un ventilatore rantolante, a dover lavorare a luglio in una città senz'aria incollato a una sedia, a dover strapagare un volo preso all'ultimo per finire in una spiaggia affollata, e quella cosa lì si spezza. Oppure, come per Succi, semplicemente ti svegli un giorno e l'estate non c'è più.

"Un bel giorno ti svegli nei tuoi panni e l’estate è una seccatura come un’altra, un modulo prestampato a pagamento. E mentre pensi ancora a come fartela passare, perculato da un tormentone, se n’è già andata a quel paese e buonanotte ai suonatori. Me la ricordo, certo, ma non la ritrovo più. Eppure c’è, esiste per certo, è ovvio, è scientifico; come le balene ad esempio. Eppure ho campato fino adesso e le balene – se ci penso – chi cazzo le ha viste mai. Ti risulta?"

Quell’immensa parentesi immaginaria di libertà e scoperte, poco alla volta si restringe e ci ritrovi dentro solo cicche e le cartacce dei cornetti. Stagione cantata da tutti, carica di sogni e di mistero, di grandi aspettative fantastiche…

"Balene per me" di Giovanni Succi è il nuovo pezzo dell'estate, che esiste ancora ma quello che cambia sei tu. 

---
L'articolo Meno bikini più cetacei: "Balene per me" è il nuovo pezzo dell'estate di Giovanni Succi di Vittorio Farachi è apparso su Rockit.it il 22/06/2018 12:21

Commenti
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati