Il Teatro degli Orrori canta Ion Cazacu

20/10/2011

Il Teatro degli Orrori è in studio per registrare il terzo album e ogni tanto filtra qualche indiscrezione. La più recente è di questa notte e porta la firma di Pierpaolo Capovilla, che ha pubblicato una breve nota su Facebook:

«Oggi sono un uomo felice. Nel disco ci sarà una canzone dedicata a Ion Cazacu».

Dopo "A sangue freddo", canzone dedicata al poeta nigeriano Ken Saro-Wiwa, un altro brano ispirato da una storia forte e drammatica. E - questa volta - molto vicina a noi, anche geograficamente.

Ion Cazacu era infatti un muratore rumeno che lavorava in Lombardia. Dopo aver lavorato in nero per diverso tempo, protestò presso il suo datore di lavoro, chiedendo di essere assunto regolarmente. Di fronte a questa richiesta, il datore di lavoro lo cosparse di benzina e gli diede fuoco. Ion Cazacu sarebbe morto un mese dopo, il 16 aprile del 2000.

Il suo assassino, Cosimo Iannece, venne condannato al pagamento di un risarcimento alla moglie e alla figlia di Cazacu e - dopo tutti i gradi di giudizio - a sedici anni di carcere, scatenando la rabbia dei parenti della vittima.

Per info:
www.reti-invisibili.net/ioncazacu

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche