Teatro degli Orrori, Pierpaolo Capovilla discute con il pubblico durante un concerto

08/03/2012

3 marzo, Teatro degli Orrori live al Latte + di Brescia. Pierpaolo Capovilla sta introducendo "Ion", canzone tratta dall'ultimo album "Il mondo nuovo" e dedicata a Ion Cazacu, operaio arso vivo dal suo datore di lavoro.

Poco prima di iniziare a cantare, Capovilla si ferma e ascolta qualcosa che arriva dal pubblico. Da lì inizia uno scambio con alcuni spettatori, che dicono "succede sempre così, non solo in Italia", in riferimento alla morte di Ion Cazacu. A quel punto Capovilla reagisce con un discorso molto acceso, sulla responsabilità dei singoli nei confronti di quanto accade in Italia: «È di questo paese che ci dobbiamo occupare e preoccupare».

Un discorso che va avanti fino a quando qualcuno dal pubblico gli grida «Puoi votare il PD». Troppo anche per Capovilla, che - dopo alcuni cori del pubblico - chiede silenzio e inizia a cantare.

Uno scambio piuttosto sentito, che evidentemente ha toccato Capovilla su qualcosa a cui tiene molto. Il caso ha voluto che sia accaduto nello stesso Latte+ di Brescia dove un paio d'anni fa Capovilla, durante un concerto con gli One Dimensional Man, si arrabbiò con un fan che gli aveva lanciato addosso un maglione.

Guarda il video della discussione tra Pierpaolo Capovilla e il pubblico, durante il concerto del Teatro degli Orrori:

Tag: concerti nuovo video

Commenti (19)

Carica commenti più vecchi
  • Cesar P. 08/03/2012 ore 21:19 @cesareparmiggiani

    Penso si tratti di un semplice susseguirsi di incomprensioni, dovuto allo spread tra l'euforia del pubblico e il tema impegnato e delicatissimo della canzone, può capitare. La battuta sul Pd non era male.

  • mario de benedictis 09/03/2012 ore 03:54 @ugola

    ha iniziato a cantare perchè, continuando a non capire il suo stesso pubblico, ha pensato che il coro "scemo scemo" fosse per lui... qualcuno ha la coda di paglia????

  • G. Falcone 09/03/2012 ore 09:51 @raggio

    Parliamo di noi italiani come pubblico... Che schifo... Che pochezza. Che ignoranza. Leggi i commenti di uno come francescovettori75 che, pur avendo probabilmente quasi 40 anni, ogni volta che scrive, ti fa prudere le mani. A quell'età ancora hai il nemico immaginario??? Ma come caz.zo fai a scrivere frasi tipo "Buttati in politica così invece di guadagnare soldi, ed anche tanti, dai club italiani che spesso manco riescono a rientrarci dai vostri cache, bla bla". Vorresti essere al posto di Capovillari eh? Pensi che sia milionario? Ignorante. Tra l'altro si dice/scrive CACHET e non CACHE e poi non puoi ceffare un congiuntivo così a porta vuota (POSSONO e non POSSANO, e poi FACCE e non FACCIE) e sperare di fare anche tu un po' l'artista, semplicemente perché li critichi su internet. Buffoni inconcludenti e perdigiorno. Tutti allenatori sugli spalti. Italiani ignoranti, arroganti e saccenti. Sì, gli artisti hanno un pubblico di merda, nessuno escluso. Almeno il pubblico di Ligabue e Vasco è molto diluito e i coglionazzi come vettori75 si disperdono un po' tra la folla. Poi su internet vengono a galla...

  • G. Falcone 09/03/2012 ore 09:53 @raggio

    WTF! *Capovilla e non Capovillari... Pubblico di merda...

  • maddi 09/03/2012 ore 22:15 @pierpierodepieris

    G.Falcone, sei per caso Capovilla ?
    Ma.. se sei iscritto al PD, perchè poi te la prendi tanto quando te lo dicono?

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


LEGGI ANCHE:

“Fabrizio De André. Principe libero”, il film con Luca Marinelli arriva al cinema come evento speciale