Torna l'Extrafesta di Radio Popolare

13/05/2002

Arriva alla diciassettesima edizione Extrafesta, l’appuntamento annuale di musica e cultura multietnica, organizzata da Radio Popolare, con la partecipazione degli stand delle comunità di immigrati e delle associazioni di solidarietà.

Extrafesta era partita nel 1986 con l’intenzione di rendere omaggio alle diverse popolazioni di immigrati che abitano la metropoli, e che fanno dunque parte effettiva del nostro bagaglio socio–culturale. Da allora ha assunto negli anni una forma sempre più impegnativa, ed ha avuto la soddisfazione di trovarsi di fronte ad un pubblico sempre più numeroso e coinvolto (fino a 10.000 persone). Extrafesta è riconosciuta come appuntamento imprescindibile dagli appassionati di musiche e culture multietniche, anche perché ha ormai la peculiarità di ospitare vere e proprie star, prima che queste siano conosciute dal grande pubblico, come Cheb Khaled e Carlinhos Brown, per citarne un paio tra i tanti. Si tratta di un grande passo avanti, e di un bel punto a favore della città di Milano, che contrariamente a quanto si è soliti pensare conosce e promuove anche importanti momenti di integrazione razziale, che diventano delle vere e proprie occasioni di scambi culturali.

Il programma della serata è anche quest’anno ricco di ospiti particolari e multietnici, per dare spazio come sempre a realtà straniere difficilmente avvicinabili in altri contesti.

Si partirà con i ritmi salsa e merenghe, da Milano il gruppo EL SONIDO DI CARLOS UGUETO con ORLANDO WATUSSI, seguito da un gruppo proveniente dallo SRI LANKA, RADHA, che presenterà uno spettacolo in cui la cultura occidentale e quella orientale si fonderanno grazie alle musiche e alle performance dei ballerini. I testi e le musiche accompagnano una danza cingalese, che per tradizione e bellezza è simile a quella indiana e s’ispira alla mitica figura femminile della religione induista, la dea RADHA, appunto, compagna di Krishna e simbolo di amore e d’armonia.

Clou della serata il gruppo di RACHID TAHA. Taha è di Orano, Algeria, ma è cresciuto in Francia, e da ragazzo si è innamorato del punk senza però dimenticarsi della sua cultura d’origine. Negli anni ’80 Taha è stato il cantante di Carte de Séjour, gruppo che fece epoca nel periodo in cui in Francia, da una parte montava il Fronte Nazionale e dall’altra SOS Racisme portava alla ribalta i beur, i giovani immigrati di seconda generazione di origine araba. La formula di Taha è quella di aver saputo coniugare elementi musicali tipicamente maghrebini con un sound e uno slancio schiettamente rock.

Come consuetudine, anche quest’anno, Extrafesta ha uno spazio dedicato ai più piccoli, Extrafesta Bimbi. Nel pomeriggio di sabato (dalle 14.30) al parco Parco di Trenno (di fronte al CTS angolo V.le Gorlini) giochi, animazioni, laboratori per sperimentare le attitudini artistiche dei bambini e spettacoli teatrali.

Inizio concerti ore 21 - Ingresso: 10 €

Per informazioni:
sintonizzarsi su Radio Popolare - FM 107.60
PALAVOBIS: Via Sant’Elia, 33 Milano - MM Lampugnano
tel. 02-33400551

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Wilma De Angelis canta "Non è per sempre" degli Afterhours