Ecco cosa succede a suonare il tronco di un albero su un giradischi

L'artista tedesco Traubeck ci ha provato, e il risultato è molto interessante

Un disco di legno
Un disco di legno
01/07/2014 - 16:48 Scritto da Nur Al Habash

I cerchi all'interno del tronco di un albero servono a capirne l'età, ma qualcuno ha pensato bene di usarli come fossero solchi di un vinile: l'artista tedesco Bartholomäus Traubeck ha creato un macchinario che riesce a far suonare i tronchi degli alberi su un giradischi, traducendo i cerchi in note musicali.
Il progetto, intitolato "Years", include anche dei sensori che raccolgono informazioni sul colore e le fattezze del legno, che tramite un algoritmo vengono tradotte in note di pianoforte.
Qui sotto potete ascoltare musica fatta di castagno, acero, quercia e tanti altri alberi.

video frame placeholder

 

 

---
L'articolo Ecco cosa succede a suonare il tronco di un albero su un giradischi di Nur Al Habash è apparso su Rockit.it il 2014-07-01 16:48:00

COMMENTI (23)

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • dslaky 4 anni Rispondi

    @zapotec
    http://www.dslak.it/installations/41/Meristema#top

  • dursini67 6 anni Rispondi

    bello! Ma è possibil mai che non c'è nemmeno una dissonanza

  • stani62 7 anni Rispondi

    non si puo' usare la scienza a fasi alterne cioè solo per sostenere ciò che ci piace, prima di buttare giudizi da soloni, osservate meglio la natura e vedrete che in effetti non c'era bisogno del musicista nè dell'algoritmo. O qualcuno dimentica che per esempio le geometrie naturali si basano tutte sui frattali e non sui numeri interi...

  • stani62 7 anni Rispondi

    invece è proprio la natura che non stona perchè a molti di voi osservatori scientifici, vi è sfuggita un'osservazione scientifica, che comunque i solchi nel tronco sono distribuiti in maniera armonica e la distanza di ciascun cerchio dall'altro varia sempre in maniera proporzionata, cioè per esempio, in un gruppo di 5 cerchi, la distanza tra loro, è per dire, mezzo centimetro, nei cinque cerchi successivi di un centimetro, e così via sempre mantenendo costante il rapporto tra frequenza e numero dei cerchi...la natura segue comunque un'armonia e questo lo sosteneva già Pitagora, un matematico non un poeta!

  • zapotec 7 anni Rispondi

    Beh, ha deciso tutto l'autore, velocità, tonalità, ecc... Poco interessante l'uso del piano midi. Perché non ha messo tutto molto piu lento e suonato da un organo a canne? Sarebbe stato più "eterno" e arioso, meno romantico. Scelte... Una vale l'altra.

  • zapotec 7 anni Rispondi

    Beh, ha deciso tutto l'autore, velocità, tonalità, ecc... Poco interessante l'uso del piano midi. Perché non ha messo tutto molto piu lento e suonato da un organo a canne? Sarebbe stato più "eterno" e arioso, meno romantico. Scelte... Una vale l'altra.

  • pons 7 anni Rispondi

    Che belli i tronchi degli alberi.

  • adele.iazzetta 7 anni Rispondi

    :)

  • utente100878 7 anni Rispondi

    Ma pèrchè...la pioggia...i tuoni...il vento... vi sono mai sembrati stonati...oh che meravigliaaaaaaaaaa

  • luxorthesign 7 anni Rispondi

    Ah inoltre, le forme della natura seguono regole matematiche... quindi non dovrebbe essere così difficile accettare l'idea che possa non sotnare :D