Tuma, Band of the day per il Guardian

18/07/2011

Nel suo "L'ultimo disco dei Mohicani", Maurizio Blatto li chiama castori. Sono i maniaci del vinile, che fanno passare a velocità da macchine i dischi che occupano grandi espositori nei negozi. Un movimento di dita rapido e preciso per passare in rassegna centinaia di album.

In inglese, invece, sono i cratediggers. Questo il termine con cui Paul Lester definisce Giorgio Tuma, dedicandogli la rubrica "New Band of the Day" sul Guardian.

Tanti complimenti e tanta ammirazione per la capacità di convogliare nel proprio suono influenze tra le più disparate, che passano per Burt Bacharach, i ritmi brasiliani e le colonne sonore italiane e francesi. Tuma viene definito un ragazzo il cui primo amore sono stati i Clash, ma che verso l'adolescenza ha virato i propri gusti verso sonorità Stereolab. Da lì poi è iniziata la ricerca nella musica di tutto il mondo. Una ricerca, appunto, da cratedigger.

Leggi l'articolo dedicato a Giorgio Tuma sul Guardian:
www.guardian.co.uk/music/2011/jul/15/new-band-giorgio-tuma

Per info:
www.elefant.com/bands/giorgio-tuma

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati