Tunnel, questa forse è la volta buona

01/09/2006

A Milano durante gli anni ’90 e fino al 2001 c’era un club che ogni settimana attirava centinaia di appassionati di musica. In quel periodo, a parte qualche rara eccezione (come i centri sociali) la produzione di cultura musicale e la sua fruizione in città era difficile se non impossibile. Oggi, in una città "sede dell'industria discografica", continua la penuria di spazi dove esibirsi. Dopo tante chiacchiere, fantomatiche riaperture e incursioni della polizia, X-Hop e Golden Bash, due collettivi musicali, riaccendono la luce del Tunnel. Proprio quello di Via Sammartini.

Il club torna a vivere con il nome di TunnelSoundStation. La programmazione del locale si svilupperà soprattutto nei week end ma anche durante la settimana lavorativa, ovviamente spazio alle sonorità reggae, hip hop, electro, dance, ma anche al rock, alla musica indipendente e alla sperimentazione artistica.

Il primo appuntamento sarà con la festa di apertura, più di 20 dj's, amici e sostenitori di Tunnel Sound Station, si alterneranno ai piatti fino all'alba. Poi, dal 22 settembre, partirà con una classica programmazione che vedrà degli appuntamenti fissi mensili curati da importanti realtà indipendenti (e non solo) del panorama musicale italiano. I team di OppostiConcordi e Crème Sonore (trasmissione di Radio Lifegate) cureranno una residenza mensile, ogni primo venerdì del mese (prima serata in via del tutto eccezionale il 22 Settembre). Il 23 settembre la prima one night reggae con due ospiti del calibro di One Love Hi Powa e Soundquake. Il 29 Settembre sarà la "prima" anche per la serata Funk You, un appuntamento con la techno di qualità, una one night che si ripeterà ogni ultimo venerdì del mese.

Speriamo bene.

Per qualsiasi informazione:
mailto:info@tunnelsoundstation.com /> www.tunnelsoundstation.com (ancora in costruzione)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati