Alla scoperta delle band nella nuova stagione di Twin Peaks

06/06/2017 09:44 di

Che David Lynch sia un grande appassionato di musica lo sappiamo bene: ha collaborato ad alcune colonne sonore e pubblicato due album, oltre ovviamente a selezionare con la massima attenzione i brani da inserire nei suoi lavori. È così anche nella nuova stagione di “Twin Peaks” , dove il regista ha deciso di concludere ogni episodio con l’esibizione di una band nel Bang Bang Bar: finora le sue scelte sono state decisamente originali, offrendo anche una prestigiosa vetrina ad artisti non propriamente mainstream.

Per primi ci sono i Chromatics col loro singolo del 2015 “Shadow”, pezzo dai synth leggeri e la voce eterea. La band di Portland, subito dopo la messa in onda, ha pubblicato il video ufficiale del brano dedicato a “Velluto blu” e a Julee Cruise.



La seconda esibizione è quella dei The Cactus Blossoms con la loro “Mississippi”, una canzone che rispecchia appieno la tradizione folk americana, un pezzo caldo come un buon bicchiere di whisky invecchiato.



Il quarto episodio si conclude con “Lark” del trio femminile Au Revoire Simone, atmosfere scintillanti e dreamy per un synth-pop davvero raffinato.



Nel quinto episodio, i Trouble presentano il loro brano “Snake Eyes”, un blues che si scopre punk nell’attitudine, dal sapore acido e graffiante. Il trio è formato dal figlio del regista, Riley Lynch, da Alex Zhang Hungtai (Dirty Beaches, Last Lizard) e dal sound engineer Dean Hurley, uno dei più fidati collaboratori di Lynch.

 

Nel sesto episodio, la chiusura è affidata a Sharon Van Hetten con “Tarifa”, morbida ballad tratta dall’ultimo album della cantautrice “Are We There”, del 2014.

L’episodio 7 non termina con un’esibizione  al Bang Bang Bar: la scena finale si svolge al Double R Diner e la canzone sulla quale scorrono i titoli di coda proviene da un juke-box: si tratta di “Sleep Walk” dei Santo&Johnny, celebre brano strumentale del 1959.

Nell’ottavo episodio arriva l’attesa performance dei Nine Inch Nails, ma con qualche differenza rispetto ai cameo degli altri artisti: la band di Trent Reznor si esibisce molto prima, e viene formalmente annunciata al Roadhouse. La canzone  che interpretano è “She’s Gone Away”, dal loro ep del 2016 “Not the Actual Events”.

Nell’episodio 9 tornano le Au Revoire Simone con “A Violent Yet Flammable World”, ma non sono le sole a esibirsi: il producer scozzese Hudson Mohawke presenta un nuovo brano, “Human”, mentre Sky Ferreira appare in un cameo da attrice.

Nel decimo episodio, l’ultimo trasmesso dei diciotto previsti, Rebekah Del Rio interpreta “No Stars”, dal suo album del 2011 “Love Hurts Love Heals”, mentre Moby suona la chitarra. La Del Rio aveva già lavorato con David Lynch con un cameo in “Mulholland Drive”; Moby nel 1990 aveva campionato il “Laura Palmer’s Theme” di Angelo Badalamenti per il suo singolo “Go”.

Ancora non si sa quali band saranno protagoniste nel finale delle prossime puntate, ma già sono stati diffusi i nomi di artisti famosi che faranno un cameo nella serie, e certamente tra i più attesi c'è Eddie Vedder.

 

(via)

(via)

(via)

Tag: band serie tv

Commenti (1)

  • Ivan Filannino 20/07/2017 ore 19:04 @ivan_0083

    Ciao, "bang bang bar" e "Roadhouse" sono la stessa cosa. Probabilmente bang Bang è il nome attuale mentre Roadhouse il nome storico

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati