Universal Music: più ricavi, meno profitti e costi da tagliare

01/03/2011

Universal Music ha comunicato i dati globali relativi al 2010, evidenziando una crescita dei ricavi, ma un significativo calo dei profitti. Nel 2010 i ricavi ammontano a 4.45 miliardi di euro, con una crescita del 2.0% rispetto al 2009 (4.36 miliardi di euro). Le maggiori entrate non si concretizzano però in maggiori profitti: il calo è infatti del 18.8% rispetto al 2009, da 580 milioni di euro a 471 milioni di euro.

Significativo è l'aumento dell'incidenza dei ricavi digitali, che stanno spostando l'attenzione della Universal verso nuovi modelli di vendita, distribuzione e monetizzazione. Questo sta portando molti cambiamenti in tutta l'azienda a livello mondiale, con lo spostamento delle priorità verso attività a forte livello di innovazione e con il digitale sempre più protagonista.

In questa situazione, il CEO di Universal Music, Lucian Grainge, parla di un "piano significativo di riorganizzazione" e di "ottimizzazione dei costi", con l'obiettivo di tagliare i costi fino a 100 milioni di euro su tutto l'anno. Parole che non devono suonare rassicuranti per molti dipendenti, soprattutto quelli legati alle vecchie modalità di business.

via MusicWeek ( tinyurl.com/5w3mmww )

Tag: discografia musica digitale etichette

Commenti (4)

Carica commenti più vecchi
  • erminioottone 01/03/2011 ore 17:35 @erminioottone

    ho sentito fiz stappare una bottiglia di berlucchi.

  • Giulio Pons 01/03/2011 ore 17:54 @pons

    non credo che fiz abbia un berlucchi

  • Giulio Pons 01/03/2011 ore 17:55 @pons

    ha un baronciani!

  • Faustiko Murizzi 02/03/2011 ore 10:49 @faustiko

    :[

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati