Sfogo dell’Universal: “L’Italia è un paese per vecchi. La colpa è delle radio e dei giornali”

Il presidente di Universal Music Italia ha rilasciato una lunga dichiarazione che va a toccare alcuni nervi scoperti del music business italiano, in primis l’attenzione dei media nei confronti degli artisti più giovani
19/01/2016 15:13

"L’Italia è sempre più un paese per vecchi”, così si sfoga Alessandro Massara in un’intervista al portale Adnkronos. Il presidente di Universal Music Italia ha rilasciato una lunga dichiarazione che va a toccare alcuni nervi scoperti del music business italiano, in primis l’attenzione dei media nei confronti degli artisti più giovani:

Le radio e i giornali non ne vogliono sapere degli artisti giovani, per le nuove leve troviamo solo porte chiuse. Questo è molto grave. Le classifiche degli altri paesi sono piene di popstar giovani. Faccio un esempio con un'artista che mette d’accordo tutti: Adele ha meno di 30 anni ed è al suo terzo album di successo, mentre tra le Nuove Proposte di Sanremo 2016 diverse sono ultratrentenni”.

L’Universal sarà al festival con quattro artisti molto diversi tra loro: i Bluvertigo, gli Stadio, Dolcenera e Clementino. “Sono molto contento che il nostro sia un cast molto eterogeneo” - commenta Massara - “perché in un mercato come quello italiano, in cui ci sono molti artisti nelle mani di poche etichette, è molto facile farsi concorrenza in casa, da soli. Invece i nostri quattro artisti hanno sonorità e pubblici davvero molto diversi tra loro”.

Joan Thiele

(Joan Thiele)

Massara afferma che, per il mercato discografico, il 2015 è stato un buon anno: si è vista una sensibile ripresa, ci tiene a ribadire che il ruolo di un’etichetta discografica è ancora fondamentale nonostante la crisi - "nella top ten delle vendite non c’è nessun artista autoprodotto. È ora di riconoscere che le tanto bistrattate case discografiche danno un valore aggiunto" - e che internet è una vetrina fondamentale per la scoperta di nuovi talenti.

Tra questi promuove Joan Thiele, più che nota agli utenti di Rockit e presente anche nel nostro Spinga Signora Spinga, l’elenco dei nomi su cui scommettere per gli anni a venire. “Poco più che ventenne" - conclude Massara - "è una delle nostre ultime scoperte: compone, scrive e canta in inglese, e merita attenzione".

via

---
L'articolo Sfogo dell’Universal: “L’Italia è un paese per vecchi. La colpa è delle radio e dei giornali” di Sandro Giorello è apparso su Rockit.it il 19/01/2016 15:13

Tag: mercato discografico - polemica

Pagine: Joan Thiele

Commenti (25)
Carica commenti più vecchi
Aggiungi un commento:

ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati