Vasco Brondi e Massimo Zamboni (CCCP/CSI) hanno scritto un libro assieme

04/03/2016 10:20

Qualche ora fa, dalla pagina Facebook de Le Luci Della Centrale Elettrica, Vasco Brondi ha annunciato l'uscita di "Anime Galleggianti", un nuovo libro scritto a quattro mani con Massimo Zamboni (CCCP/CSI), frutto di una particolare crociera. Infatti, lo scorso ottobre, i due artisti si sono imbarcati su una zattera di alluminio percorrendo un canale vicino Mantova, e attraversando l’Emilia, la Lombardia e il Veneto fino ad arrivare al mare. Con loro c'era anche il fotografo Piergiorgio Casotti che ha documentato il tutto. Ecco come Brondi racconta il nuovo libro in uscita:

Buongiorno a tutti! Vi spedisco un aggiornamento: finito il tour mi sono rimesso a scrivere, sto scrivendo un libro con Massimo Zamboni (CCCP/CSI), è un reportage pieno di divagazioni di un viaggio che abbiamo fatto assieme a fine ottobre, negli ultimi giorni di sole dell’anno. Siamo partiti da Mantova seguendo un canale e siamo arrivati al mare su una zattera di alluminio che andava lentissima, per vedere la pianura contemporanea da una prospettiva diversa. Una crociera nel posto meno turistico del mondo passando attraverso l’Emilia, la Lombardia e il Veneto senza neanche intravedere la loro operosità. Solo un ritmo lento, il passaggio degli aironi, la geometria delle case, le parole delle persone che abbiamo incontrato e i nostri racconti per passare il tempo. Con noi c’era anche il fotografo Piergiorgio Casotti che con le sue foto ci sta aiutando nell’impresa di mettere su carta tutta quell’acqua e quella nebbia che si alzava solo a mezzogiorno. Sono affiorati i ricordi del grande fiume a otto chilometri di Ferrara, le voci degli scrittori che hanno descritto questi posti. Abbiamo fatto tanti incontri, ci siamo guardati dentro e attorno e incontrato persone che si sono fermate sulle rive del canale come Gauguin si è fermato in Polinesia. È stato sorprendente, dove pensi che non possa succedere mai niente succede sempre qualcosa. Sempre dritto su un canale calmissimo che nasce magicamente dalla ghiaia come acqua risorgiva e poi diventa un canale di irrigazione, un canale per il trasporto delle merci, un canale per i pescatori anziani italiani o giovani rumeni e poi arriva al mare, il nostro mare Adriatico dove da piccolo mi stupivo perché se anche camminavi per cento metri verso il largo, l’acqua continuava ad arrivarti alle caviglie ma comunque non ne vedevi il fondo. Uscirà in aprile per La Nave di Teseo. Si chiamerà Anime Galleggianti. Dalla pianura al mare tagliando per i campi.

Tag: libro

Pagine: Massimo Zamboni Le luci della centrale elettrica

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati