Per Venditti, Roma deve diventare la “Città dello spettacolo e della cultura”

via tktpoint.it - Antonello Vendittivia tktpoint.it - Antonello Venditti
06/03/2017 12:06 di

La città di Roma sta vivendo un momento più che turbolento e non sono pochi quelli che stanno esprimendo il loro parere sul lavoro svolto dalla giunta Raggi. Tra questi, c’è anche Antonello Venditti, il cantautore è stato intervistato ieri da Repubblica per ricordare l’amico Lucio Dalla: Venditti l'ha festeggiato lo scorso sabato offrendo spumante davanti alla residenza romana dell’artista tragicamente scomparso cinque anni fa.



(Lo Stadio Flaminio, via)

Quando al cantautore è stato chiesto un commento sulla situazione politica romana, Venditti ha affermato che apprezza i progetti della giunta Raggi ma ci vuole più coraggio: “Il Movimento 5Stelle deve confrontarsi con la legalità” - commenta Venditti - “ma anche con l'arte, l'architettura e la bellezza”. In più il cantautore ha avanzato la sua proposta per lo Stadio Flaminio, da anni abbandonato:

"Lì abbiamo suonato in tanti: io, Baglioni, Zero, De Gregori, Vasco, tra gli altri, oltre a Pink Floyd, Springsteen, Madonna” - racconta il cantautore - “Se noi artisti italiani ci mettessimo insieme, potremmo trovare gli imprenditori giusti per seguirci in questa impresa, e se si riuscisse a coprirlo per usarlo anche d'inverno, la musica avrebbe finalmente la sua casa a Roma da 20mila posti. Assieme all'Auditorium, nascerebbe la Città dello spettacolo e della cultura.

(via)

Tag: polemica roma

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Un pomeriggio al lavoro con Gel: Angeli e Demoni al centro per le dipendenze patologiche