I film musicali che saranno presentati alla Mostra del Cinema di Venezia

30/08/2017 11:30 di

Oggi si inaugura la settantaquattresima edizione della Mostra del Cinema di Venezia: il festival, che durerà fino al 9 settembre, vedrà anche la proiezione di cinque film dove la musica gioca un ruolo fondamentale. Si parte proprio oggi con la prima mondiale di “Nico, 1988”, film diretto da Susanna Nicchiarelli che apre il concorso nella sezione Orizzonti: interpretato da Trine Dyrholm, è un road-movie dedicato agli ultimi anni di Christa Päffgen, in arte Nico. Come racconta la regista, “Questa è la storia di Nico dopo Nico. Di lei di solito si parla solo in funzione degli uomini con cui è stata da giovane: Brian Jones, Jim Morrison, Bob Dylan, Alain Delon, Iggy Pop. Una volta in un’intervista lessi che “a 34 anni Nico era una donna finita”. Falso. Dopo l’esperienza con i Velvet Underground Nico diventa una grande musicista. Ho voluto raccontare la sua parabola al contrario: la perdita del consenso e il cambiamento della sua immagine, hanno significato la conquista della libertà”.



Il 3 settembre sarà la volta di “Ryuichi Sakamoto: Coda”, documentario fuori concorso diretto da Stephen Nomura Schible che racconta la vita di Sakamoto come artista e come uomo: i suoi oltre quarant’anni di carriera, l’Oscar per la miglior colonna sonora (nel 1988 per “L’ultimo imperatore” di Bernardo Bertolucci), la battaglia contro il nucleare dopo la tragedia di Fukushima e il ritorno alla musica dopo il cancro. Il regista voleva che “questo film esplorasse come la consapevolezza di Ryuichi Sakamoto delle crisi ambientali, sociali, e perfino personali, sia alla base del cambiamento della sua espressione musicale. Fin dall’inizio avevo in mente il titolo Coda perché volevo che il film approdasse a un finale musicale: alla nascita di una nuova canzone”.



Il 5 settembre verrà proiettato fuori concorso “My Generation”, film di David Batty che racconta la Londra anni ‘60 attraverso l’interpretazione e la voce narrante di Michael Caine. “Basato su racconti personali e su splendide riprese d’archivio, questo documentario vede Caine viaggiare nel tempo e dialogare con i Beatles, Twiggy, David Bailey, Mary Quant, i Rolling Stones, David Hockney e altre celebrità”, si legge nella scheda dedicata al film, che “racconta la nascita della cultura pop a Londra attraverso gli occhi del giovane Michael Caine: “Per la prima volta nella storia, i giovani della classe operaia lottavano per se stessi e dicevano: siamo qui, questa società è anche nostra e non vogliamo andarcene!”.



Sempre il 5, per la sezione Proiezioni Speciali fuori concorso, John Landis presenterà la versione restaurata di uno dei più iconici video mai girati: “Michael Jackon’s Thriller in 3D” è un cortometraggio che, avvalendosi dell’apporto delle nuove tecnologie, ha permesso al regista di aggiungere “alcune nuove dimensioni con l’intento di portare le immagini e il suono a un livello interamente nuovo”. Prosegue Landis: “'Michael Jackson’s Thriller' ha rappresentato una memorabile collaborazione tra Michael Jackson, me, Rick Baker (truccatore), Michael Peters (coreografo), Robert Paynter (cameraman), e Elmer Bernstein (compositore della fantastica Scary Music). È meraviglioso avere l’opportunità di condividere tutto questo esattamente nel modo in cui dovrebbe essere visto”.



Infine, il 6 settembre, “Ammore e malavita” dei Manetti Bros: un crime-musical interpretato da Giampaolo Morelli, Serena Rossi, Claudia Gerini e Carlo Buccirosso, dove “Le canzoni accompagnano i momenti fondamentali ed emotivamente più forti della storia: si canta quando due personaggi stanno per baciarsi, ma anche durante una sparatoria”, commentano i registi, “Il musical ci ha permesso di andare sopra le righe affrontando temi profondi e importanti, come l’amore e la morte, mantenendo un tono leggero e spettacolare”.

 

(via)

(via)

Tag: film festival mostra venezia

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati