Demetrio Stratos: a 35 anni dalla sua morte riemergono registrazioni inedite e diventano il nuovo disco dei Confusional Quartet

Demetrio Stratos e i Confusional QuartetDemetrio Stratos e i Confusional Quartet
07/05/2014 16:16

Dopo la reunion del 2011 e due album, il Confusional Quartet torna in scena con un progetto che vede la presenza alla voce del leggendario leader degli Area. Si tratta dell'album "Confusional Quartet play Demetrio Stratos", in uscita il prossimo 22 maggio per Expanded Music. 
La storia dietro al disco ha radici lontane: nel 1978 Gianni Gitti, produttore e mentore del loro suono, conobbe e registrò Demetrio alla "II Settimana Internazionale della Performance", curata da Francesca Alinovi e Roberto Daolio (cui il Confusional Quartet avrebbe preso parte nel 1980). Nel febbraio del 1979, con al seguito microfoni, mixer e l'inseparabile Revox, Gianni seguì Stratos in quelle che presto si rivelarono le ultime performance da solista prima della sua morte. Con Demetrio partecipò a una esibizione al Teatro San Leonardo di Bologna e mise su nastro le libere improvvisazioni e sperimentazioni eseguite durante le prove e più tardi anche l'intera esibizione sul palco.

Dopo trentacinque anni i Confusional Quartet vengono a sapere di quel nastro di registrazioni inedite di sola voce e decidono di ri/suonare la voce di Stratos per far vivere nuove inedite composizioni, una sfida stimolante se si considera che il Confusional Quartet è da sempre un gruppo senza cantante.

I fondamenti su cui si regge l'intera struttura del disco sono ispirati ai concetti di libertà assoluta e lavoro collettivo con melodie semplici, al limite del banale, armonie "storte", ritmi movimentati ed irregolari, ambientazioni sonore difficilmente riconducibili ad un genere particolare.


 

Pagine: Area Confusional Quartet

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Anche Manuel Agnelli condurrà un programma su Rai 3