Volge al termine il festival di "Villa Arconati"

22/07/2005

Anche questa “navigazione” volge al termine, lasciando alla copia di concerti di chiusura le suggestioni più fantasiose e tecnologiche, le interpretazioni più ampie ed estese. Dove la musica, la buona musica delle due band si dilata e va oltre: tocca linguaggi e modalità, intercetta nuove fruizioni e anche nuovi sentimenti. Forse nuove profondità.

Il più apparentemente (ma solo apparentemente) refrattario a questa introduzione, sembrerebbe proprio il manipolo di ELIO E LE STORIE TESE, progetto musicale da collezione, a lungo inseguito in Villa Arconati e finalmente proposto giovedì 21 Luglio. Sul palco, con quei fronzoli “seicenteschi” alle spalle, il “Charlie Chaplin” della nostra musica italiana, nasconderà tutto il suo spirito “zappiano” in confezioni plastificate, dall’aspetto familiarmente consumistico, di canzoni ad altissimo tenore musicale. Provocatoriamente e tecnologicamente pronte da “consumare” all’istante. Infatti, dopo l’esperienza del CD “brulè”, questa volta, grazie alla collaborazione di “Rosso Alice”, gli “Elii” proporranno per la prima volta, il DVD “brulè”: l’alta qualità di immagini e suoni da prenotare e ritirare in serata stessa, o da scaricare (in “download”) sull’omonimo portale il giorno dopo.

Completamente diverso il concetto di futuro che invece, martedì 26 Luglio chiuderà la 17°edizione del Festival. Davanti ad un teatro stracolmo per la data già “sold out” da alcuni giorni, si esibiranno i SIGUR ROS, quartetto islandese che di quelle tundre riesce musicalmente a riproporne gli sterminati orizzonti e anche le oniriche espansioni. Protagonisti dell’apertura del Festival di due anni fa, quando stupirono il pubblico e la critica per la loro cifra stilistica, avranno quest’anno il compito di chiuderlo all’insegna di una musica che riesce a coniugare i sentimenti con il futuro, in una atmosfera intensa che, evidentemente riesce a forare le corazze di plastica della nostra caotica quotidianità.

Due gruppi protagonisti della scena musicale giovanile. Entrambi “cult”: un doppio lato della stessa medaglia che lancia l’auspicio di qualità per il futuro di questa villa e la sua manifestazione... alla prossima.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati